(AGE) ROMA – :Matarrese, in occasione dell’assemblea
della Federcalcio, che ha già approvato il bilancio, ma
che dovrà esprimersi sul nuovo statuto ha ribadito che
la situazione della serie B “é lontana da risolversi”. “La
serie B ha ragione – continua il dirigente – e prima o poi
dovrà partire. Per ora sta vincendo la loro forza e se
Carraro avesse dimostrato un pò di umiltà tutto questo
si poteva evitare. Purtroppo c’é ancora molta tensione e
la soluzione è distante. Per questo ci sono poche
possibilità che sabato si possa partire, la soluzione al
momento non c’é. Tutti si stanno impegnando e
vedremo anche mercoledì nell’assemblea in Lega,
quanto avrà fatto l’opera di mediazione, ma adesso non
ci sono le condizioni”. Secondo Matarrese intanto serve
abbassare i toni e far sapere ai presidenti dei club
‘ribelli’ a che cosa vanno incontro. “Mi auguro che
Carraro possa tranquillizzare i presidenti – continua
Matarrese – che hanno timori di rappresaglie. Qualcuno
deve dire loro che non ci saranno operazioni di
giustizialismo”. Poi il dirigente fa capire che potrebbe
anche fare un passo indietro: “Se continua così – dice
in tono sconsolato – potrei anche decidere di lasciare”.

(AGE) ROMA – “Il format della Serie B lo abbiamo difeso
sempre finché ne siamo stati capaci. La verità è che il
14 agosto la situazione ci è sfuggita di mano”. Così il
presidente della Federcalcio, Franco Carraro, ha voluto
rispondere nel corso dell’assemblea della Figc a
quanti, in particolare il presidente del Livorno Aldo
Spinelli e l’ex arbitro Luigi Agnolin lo hanno criticato in
riferimento al caos scatenato nel torneo cadetto. “Io ho
la coscienza tranquilla – ha sottolineato Carraro – e
insieme al consiglio federale ci siamo battuti per il
rispetto delle regole. Ma ci siamo anche sentiti soli,
perché di voci quando sono iniziati i problemi in verità
ne ho sentite pochi. Noi comunque siamo disponibili al
dialogo, sapendo che tutto quello che si poteva fare lo
abbiamo fatto, magari anche commettendo qualche
errore”. Quanto all’urgenza del provvedimento
sull’ampliamento a 24 squadre della B Carraro ha
sottolineato che “non avevamo il tempo di sentire la
Lega professionisti. Ma non è vero che abbiamo fatto
una riforma dei campionati in modo surrettizio. Si tratta
solo di un provvedimento straordinario”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 87 volte, 1 oggi)