Partendo dall’aspetto puramente estetico le castane battono di netto le bionde. Sono 158 contro 55 bionde e 28 brune. Quattro le miss dai capelli rossi tra cui la nostra sambenedettese doc Elena Magni e una color mogano. Nella storia del concorso non c’è mai stata una reginetta dai capelli rossi. Anche in fatto di occhi, i castani battono i verdi. Un bel distacco che vede 137 miss dagli occhi castani, 69 dagli occhi verdi, 29 dagli occhi azzurri, 10 dagli occhi neri. E soltanto una ha un colore particolare, grigio-verde.

Nel concorso si guarda anche l’altezza e tre sono le più alte con una statura di 182 cm: Manuela Marosi (n.92), Sabrina Messina (n.213), Federica Tartufo (n.52). Le piccoline sono Luana Romano (n.174) e Roberta Maria Scalas (n.220) alte 164 cm. Quest’anno l’età entra a far notizia. La maggior parte delle prefinaliste ha 18 anni, sono 78 le ragazze nate nel 1985. A seguire 37 quelle nate nel 1984, 31 quelle nate nel 1983, 28 quelle nate nel 1982, 18 quelle nate nel 1981, 21 quelle nate nel 1980 e 17 quelle nate nel 1979. Sette ragazze sono del 1978, solo nove le “anziane? classe 1977.

La mascotte delle miss è Maria Misericordia, Miss Cinema Calabria in gara con il numero 186, è nata il 29 dicembre 1985. La meno giovane è Claudia Medda, Miss Moda Mare Triumph Sardegna in gara con il numero 217, è nata il 13 marzo 1977. Il settentrione è la parte geografica più gettonata, 106 sono le miss nate al Nord contro le 63 del Centro e le 55 del Sud. Dalle isole ne sono arrivate 22. Nella sfera astrale sono i Gemelli a dominare il cielo con 29 miss. Seguono i Pesci con 27, il Leone con 24, la Vergine con 22, l’Ariete con 21, il Cancro con 20, il Capricorno e il Toro con 19, lo Scorpione con 18, il Sagittario con 16, l’Acquario e la Bilancia con 15.

La giovane età delle miss fa presupporre che gli studi siano in primo piano. Di fatti 101 sono le studentesse universitarie, 83 quelle degli istituti superiori. In quanto a lavoro sono 46 quelle che svolgono i mestieri più disparati. I più gettonati sono quelli di impiegata, commessa e modella. Tre sono le mamme a tempo pieno. Mentre sono 32 quelle che pur studiando lavorano per la propria dipendenza economica. Tra le preferenze delle ragazze c’è il teatro, segue il cinema e la discoteca, luogo in cui le miss amano trascorrere le serate ballando. La tv scivola al quarto posto, internet, concerti e letture chiudono i gusti.

Le miss e il rapporto con i quotidiani non è dei migliori. Alcune sostengono che internet e i cellulari hanno impigrito la generazione giovanile, altre dicono che la carta stampata è troppo impegnativa, bisogna essere capaci di leggerla ed è piena di politica e di calcio. Ma se alla domanda “Chi è il personaggio dell’anno, legato al fatto che l’ha portato in primo piano?? la maggioranza ha indicato le inviate della guerra in Iraq. Poi Francesco Totti, autore del suo best seller sulle barzellette a lui dedicate con scopi umanitari, i tre concerti di Vasco Rossi a San Siro, Fiorello e Marco Baldini protagonisti della trasmissione cult “Viva Radio 2?. Infine Gianni Moranti e la Nazionale Cantanti con le loro iniziative umanitarie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 831 volte, 1 oggi)