Alle Prefinali di San Benedetto, a cui avrebbe dovuto partecipare, ha rinunciato serenamente per ascoltare la voce del suo cuore che l’ha portata nell’olimpo della scrittura e onorando il suo animo di Darklady.. Alisa De’ Fina ama scrivere e per l’occasione proverà a delineare i profili delle ragazze e raccontare le loro storie. La giovane romana già alla sua presentazione alla stampa in gennaio si rivelò un personaggio, mettendo in mostra le sue doti canore, spaziando da un rap in slang americano alle canzoni melodiche di Bon Jovi, recitando un passo del suo romanzo “Depp Dark (Paura di pensare)? scritto all’età di 15 anni (ora ne ha 19) che uscirà ad ottobre. Insomma affascinò i giornalisti tanto da attribuirle gli aggettivi più disparati della lingua italiana, da poliedrica ad eclettica, da jeune engagèè a bella. I suoi occhi di Vampira quasi color ghiaccio si intrecciano ad uno sguardo che rievoca la magia delle foreste nordiche, di fate e di elfi. Sta attualmente terminando il suo ultimo romanzo, “Black Mirror?. Le storie di pura immaginazione che scrive diventano il suo mondo come se le vivesse in prima persona. Ma quando il mondo intorno a lei la delude entra nel mondo che le piace scrivendo del mondo di cui si ha paura.

Tra L’altro Alissa è anche una principessa. È l’ultima discendente della grande famiglia dei principi De’ Fina Aragona Kollmann. È figlia del giornalista Giuseppe Fina, sceneggiatore e regista e nipote dell’attore Orso Maria Guerrini. Restare all’ombra di Miss Italia le permetterà di sbirciare i retroscena del Concorso vincendo i segreti delle Miss. È appassionata di psicologia dell’età evolutiva e delle problematiche adolescenziali tanto che fin dall’età di 14 anni ha portato avanti un impegno intenso in nome dei giovani “privi di voce in questo mondo di adulti confusi e confusionari?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 330 volte, 1 oggi)