Ogni anno si rinnova l’attesa per eleggere la più bella d’Italia. Ogni anno la curiosità dei turisti e della gente del luogo è maggiore della precedente. Ogni anno una sensazione nuova per una miss che piace. Miss Italia è tutto questo ed anche di più. Il concorso nazionale della bellezza non invecchia mai, l’elisir per questa eterna giovinezza va attribuita al suo piccolo grande papà Enzo Mirigliani. Le ragazze sono giunte in mattinata a San Benedetto, saluti e abbracci con familiari e fidanzati poi via sulla carovana dei sogni. Un pomeriggio intenso ha caratterizzato la loro prima giornata, immediatamente in sala trucco e dai parrucchieri per essere presentate alla città nella più estroversa ma quanto mai classica esibizione. Rombanti, tirate a lucido e colorate pronte a lasciare libero il posto alle fortunate concorrenti. Le auto d’epoca hanno fatto la loro comparsa tra la meraviglia delle stesse ragazze e di quanti sono accorsi a vedere. Una ad una le miss nei loro costumi neri, bianchi, celesti e rossi sono salite in sella alle vetture.
Intanto il lungomare si apprestava a ricevere l’evento con molta recettività. Gente che si è portata dalla spiaggia o dall’albergo la sedia per vedere comodamente le ragazze, macchine fotografiche al collo e tanta allegria. Il momento è arrivato e sulle “topolino?, “bianchine?, “innocenti, “Fiat 600 coupè? eccole giungere sorridenti e divertite. Ovazione per ogni miss che ha sfilato, parole di augurio per l’avventura e un piccolo pronostico sulla vincitrice. Il pubblico sambenedettese si è ancora una volta mostrato caloroso e per essere presente alla sfilata ha rinunciato volentieri a qualche minuto di tintarella.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 120 volte, 1 oggi)