Paolo Mecozzi dà vita ad una fabula leggendaria dove la via narrante è alimentata dal fluido magico dell’esaltazione, dove immaginario e realtà concedono idealmente spazio alla visione, alla commozione, alla partecipazione immediata.
La leggenda del grande pianista che vive, senza mai scendere a terra, su un piroscafo passeggeri che trasporta speranze, illusioni e avventure, senza distinzioni di classe, resta potente presagio nei nostri cuori di difesa e amore per l’arte: dove non solo la musica, ma la vita stessa scorre sulle linee di un pentagramma indistinguibile. Paolo Mecozzi è nitido, asciutto ed essenziale come potente, vigorosa e sensibilissima è la vitalità drammatica.
Per ulteriori informazioni telefonare all’Ufficio Cultura 0735 / 794597.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 115 volte, 1 oggi)