Chimenti ha iniziato a giocare nella Samb a 15 anni mettendosi subito in luce prima tra gli allievi e poi nella primavera. Le sue doti calcistiche naturali lo hanno ben presto portato in squadre di prestigio come Roma e Lecce. Dalla stagione ‘97/’98 milita in serie A e da due anni gioca nella Juventus, campione d’Italia.
“E’ proprio una bella sorpresa per me – ha asserito Chimenti – mi fa piacere e sono molto contento di aver ricevuto questo riconoscimento dalla città che mi ha visto crescere. Ciò mi fa pensare che i tanti sacrifici in rossoblù sono stati ripagati in pieno?.
“Un riconoscimento importante in un giorno importante come la vigilia di Ferragosto ad un sambenedettese d.o.c. – commenta il vicesindaco Pasqualino Piunti – ma soprattutto dovuto ad uno sportivo che, muovendo i primi passi in maglia rossoblù, ha veicolato l’immagine della nostra città in campo nazionale ed internazionale?.
L’Amministrazione comunale ha voluto, dunque, ringraziare uno sportivo sambenedettese, ma soprattutto una stella del calcio che non dimentica le sue origini. Infatti alla domanda:
“Segue ancora la Samb??, la risposta repentina è stata: “Come non si può seguirla??

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 228 volte, 1 oggi)