Ha sfiorato l`impresa, Gianluca Luddi, il tennista romano entrato nel tabellone della Banca Marche Tennis Club con una wild card, e nuovo acquisto del CT Maggioni per la squadra di serie A. Contro la testa di serie numero 1 Federico Browne, Luddi ha giocato sempre alla pari, e spesso anche meglio nei primi due set.

Vinto il primo 6-4, il romano ha recuperato dal 3-5 nel secondo, costringendo l`argentino (numero 115 delle classifiche mondiali, contro la posizione 487 dell`italiano) al tie-break. Qui Luddi aveva sbaglia almeno due palle giocate in modo grossolano, che aiutano l`argentino a tirarsi fuori dai guai. Rinfrancato, Browne chiude con pochi patemi il terzo set e la partita, di fronte ad un avversario ormai sopraffatto dalle recriminazioni.

È finita anche l`avventura di Simone Vagnozzi, almeno per quanto riguarda il torneo di singolare (l`ascolano gioca il doppio in coppia con Daniele Giorgini). Vagnozzi, protagonista martedì sera di una bellissima prova contro l`austriaco Neunteibl, ha ceduto in due set alla testa di serie numero 2 Vassallo Arguello, apparso fin qui tra i giocatori più in forma del torneo.

Approdano brillantemente al 3° turno altri due italiani: Tomas Tenconi che ha sconfitto in due set lo spagnolo Lopez (7-6 6-4) e Potito Starace che ha regolato in due partite il colombiano Craca (7-5 6-3).

Risultati singolare:
Browne (ARG) b. Luddi (ITA) 4-6 7-6 6-2
Vassallo Arguello (ITA) b. Vagnozzi (ITA) 6-3 6-4
Tenconi (ITA) – Lopez (ESP) 7-6(4) 6-4
Starace (ITA) – Craca (COL) 7-5 6-3

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 105 volte, 1 oggi)