E’ un libro che affronta il difficile argomento del cinema estremo in Italia, una riflessione che porta a riflettere sul lato “oscuro� del cinema, uno sguardo su film che affrontano temi proibiti come sesso e violenza, infrangendo tabù e facendo scalpore e su generi quali il cannibalico, lo splatter, il nazi – erotico e il “women in prison�.
Registi come H. G. Lewis, Jess Franco, Lucio Fulci, Alberto Cavallone, Miike Takashi, Jorg Buttgereit hanno firmato provocatori film d’autore e misconosciuti prodotti ‘exploitation’, pellicole sgradevoli, talvolta insostenibili, ma che è impossibile ignorare in una societĂ  che vive e pensa con le immagini.
La presentazione sarà accompagnata dalla proiezione di un mix di immagini della durata di un’ora e mezza circa, seguito da un dibattito nel quale interverranno anche lo storico Costantino Di Sante e il critico cinematografico Dimitri Bosi.
La serata, organizzata del punto Einaudi e promossa dall’Associazione via XX Settembre– centro storico con il patrocinio dal Comune, è dedicata a un cinema che osa l’inosabile, mettendo in crisi il patto di non belligeranza con lo spettatore. L’appuntamento, ovviamente, è gratuito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 91 volte, 1 oggi)