Ben 48 comuni marchigiani ritengono di avere, quest’anno, le “carte in regola? per aggiudicarsi le bandiere arancione del Touring Club Italiano, che verranno consegnate venerdì 25 luglio – alle ore 17.00 – presso il Centro congressi dell’Abbadia di Fiastra (Tolentino). Chi riuscirà a ottenerla, potrà fregiarsene per un biennio e aggiungerà il proprio nome all’elenco delle località che l’hanno ottenuta lo scorso anno: Corinaldo, Mercatello sul Metauro, Ripatransone, San Ginesio, e alle altre tre che sono state premiate nel 2001: Genga, Monterubbiano e Sarnano (nuovamente candidate al riconoscimento).
Alla cerimonia di assegnazione interverranno l’assessore regionale al Turismo, Lidio Rocchi, e rappresentanti del Touring Club.
Giunta alla terza edizione, nelle Marche, le bandiere arancione sono un marchio di qualità del turismo ambientale, destinato alle località dell’entroterra. Vengono rilasciate dal Touring e aiutano il turista a scegliere le vacanze migliori nei centri non costieri. Per ottenerle, i comuni devono soddisfare diversi requisiti e sottoporsi a un attento esame da parte degli esperti inviati sul posto.
La “Bandiera arancione?, in definitiva, rappresenta uno strumento attraverso il quale il Touring Club e la Regione Marche offrono ai turisti una garanzia di qualità e alle località un’opportunità di valorizzazione. L’obiettivo è quello di esaltare le risorse locali, sviluppare una cultura dell’accoglienza, stimolare l’artigianato e le produzioni tipiche, imprimere un impulso all’imprenditorialità locale, rafforzare l’identità dell’entroterra.
Il percorso per aggiudicarsi una bandiera è lungo. I Comuni devono autocandidarsi e il Centro studi del Touring esegue una prima “scrematura? delle segnalazioni giunte. Le fasi successive prevedono un’analisi diretta delle località, eseguita (anche in incognito) dagli esperti incaricati. L’attenzione viene posta sull’accoglienza dei paesi (informazioni, segnaletica, trasporti), sulla ricettività (servizi), sull’attrazione turistica (storia, cultura, tradizioni), sulla qualità ambientale (verde, rumori, gestione dei rifiuti) e sulla bellezza del luogo (arredo urbano, cordialità, gastronomia). I comuni che soddisfano tutti questi criteri ricevono la bandiera, gli altri possono seguire un piano di miglioramento, proposto dal Touring, per cercare di ottenerla nelle edizioni successive.
Oltre alle sette bandiere arancione conquistate nel 2001 e 2002 dai paesi dell’entroterra, le Marche vantano quest’anno undici bandiere blu, che hanno premiate la qualità turistica e ambientale dei centri costieri di Gabicce Mare, Pesaro, Fano, Senigallia, Sirolo, Numana, Porto Recanati, Cupramarittima, Porto San Giorgio, Gabbie Mare e San Benedetto del Tronto. (r.p.)

Di seguito le candidature 2003 (in ordine alfabetico)
1. Acqualagna – PU
2. Apecchio – PU
3. Arcevia – AN
4. Belforte del Chienti – MC
5. Borgo Pace – PU
6. Camerano – AN
7. Camporotondo di Fiastrone – MC
8. Castelsantangelo sul Nera – MC
9. Cingoli – MC
10. Colmurano – MC
11. Corridonia – MC
12. Genga – AN
13. Massa Fermana – AP
14. Matelica – MC
15. Mondavio – PU
16. Montalto delle Marche – AP
17. Montappone – AP
18. Monte Grimano Terme – AP
19. Monte San Giusto – MC
20. Monte Urano – AP
21. Montecarotto – AN
22. Montecopiolo – PU
23. Montecosaro – MC
24. Montefiore dell’Aso – AP
25. Monteleone di Fermo – AP
26. Montelparo – AP
27. Montelupone – MC
28. Montemonaco – AP
29. Monterubbiano – AP
30. Moresco – AP
31. Offagna – AN
32. Affida – AP
33. Ostra – AN
34. Peglio – PU
35. Pievebovigliana – MC
36. Pioraco – MC
37. Santa Vittoria in Matenano – AP
38. Sarnano – MC
39. Sassoferrato – AN
40. Serra de’ Conti – AN
41. Serrapetrona – MC
42. Serravalle di Chienti – AP
43. Serrungarina – PU
44. Spinetoli – AP
45. Treia – MC
46. Urbania – PU
47. Urbisaglia – MC
48. Visso – MC

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 138 volte, 1 oggi)