Erano presenti inoltre tutte le maggiori rappresentanze delle categorie come: Ercoli Eugenio della associazione dei Consumatori, Guidotti Dante in rappresentanza degli armatori, Tempera Pio della CISL, Marinangeli Lorenzo e Maria Angellotti per la Confcommercio, Prosperi Fabrizio, Sciarra Giacomo per la Confesercenti, Bernardini Pio in rapresentanza sindacale dei lavoratori e infine il Dirigente del mercato Ittico la Dott.sa Maria Grazia Villa.

L’amministrazione ha reso noto i dati che vedono un forte incremento delle entrate pari a oltre 29.000 euro nei primi mesi dell’anno e un forte incremento delle superfici affidate in locazione nell’anello inferiore del mercato dove per fine anno si prevede la totale ubicazione di altri imprenditori, questo è dovuto a una serie di concause ma principalmente all’ammodernamento del mercato ittico che ha visto investire l’amministrazione nel settore oltre un milione di euro. Per l’anno in corso l’assessore Lorenzetti ha annunciato diverse iniziative in via di realizzazione come l’avvio del progetto di vendita telematica, lo studio della tracciabilità dei prodotti ittici e il marchio di qualità e infine l’acquisto di una nuova macchina lavacasse a norma per il mercato ittico. L’amministrazione ha inoltre annunciato il termine nei tempi programmati dei lavori i degli impianti di erogazione dell’acqua e energia elettrica ad est della capitaneria dove i pescatori non avevano avuto mai prima d’ora questi servizi, inoltre gli impianti garantiscono la razionalizzazione delle risorse idriche oggi scarse a causa del perdurare della siccità.
Soddisfazione unanime infine è stata espressa dagli operatori per l’avvio delle operazioni di dragaggio e per il riutilizzo della sabbia da parte della Regione Marche. Questo significa che anche i programmi portati avanti con caparbietà in sintonia con altre istituzioni hanno dato risposte concrete.
Il Dott. Marinangeli capogruppo di FI ha poi voluto visitare di persona accompagnato dall’assessore Lorenzetti il luogo di stoccaggio della sabbia a nord della banchina Rodi, si è costatato che tale stoccaggio viene effettuato a regola d’arte e che la sabbia non emana cattivi odori di sorta ne tanto meno viene dispersa in mare. La sabbia esposta ai raggi del sole sta già acquisendo il colore chiaro caratteristico e risulta essere la migliore sabbia dell’adriatico. Nei mesi invernali la sabbia stoccata potrà essere usata per risolvere l’annoso problema dell’erosione marina su alcuni punti del litorale sambenedettese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 111 volte, 1 oggi)