Bietole piccole come carote, che pesano un decimo del normale. Gli effetti della siccità si stanno facendo sempre più pesanti per l’agricoltura della provincia picena, mettendo a serio rischio le colture. A fortissimo rischio, in particolare, sono la bieticoltura e le produzioni di mais e girasoli. Ma anche ortofrutta e vigneti. “Per quanto riguarda le bietole, si potrebbe perdere fino al 70% del raccolto, se la situazione rimarrà la stessa anche nei prossimi 7-10 giorni – spiega il presidente provinciale di Coldiretti Ascoli, Marco Maroni -, ma lo stesso discorso può valere per il mais, cui, tra l’altro, un’eventuale pioggia non servirebbe più di tanto. In generale, tutte le colture a semina primaverile stanno comunque avendo forti problemi. Oltre a ciò, c’è preoccupazione per l’ortofrutta e per i vigneti giovani, per i quali si sta procedendo ad ‘irrigazioni di soccorso’, anche se non tutti hanno la possibilità di procedere a tali operazioni?. Fare un bilancio dei danni da siccità è ancora prematuro, ma la Coldiretti Ascoli sta monitorando attentamente la situazione. “Quando sarà possibile verificare l’esatta percentuale di produzione andata persa, chiederemo lo stato di calamità – continua Maroni -, ma in ogni caso non si è trattato certamente di un’annata felice per i nostri campi. Prima della siccità, sono state le gelate e le grandinate a infliggere un duro colpo ai raccolti, e speriamo dunque che le amministrazioni ne tengano conto?. Ma agli enti la Coldiretti chiede anche una svolta nella politica di gestione delle risorse idriche. “E’ da qualche tempo che sollecitiamo un piano delle acque – conclude il presidente Maroni -, con una serie di provvedimenti che, se attuati, potrebbero procurare vantaggi alle imprese e non solo. Penso, ad esempio, alla realizzazione di un sistema di invasi che possa servire più aziende. Una seria politica di programmazione è ormai indispensabile, altrimenti anche l’anno prossimo e quelli venturi ci ritroveremo a parlare di raccolti distrutti e stati di calamità. Il clima sta cambiando, teniamone conto?.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 80 volte, 1 oggi)