Samb Calcio e Amministrazione Comunale tornano a discutere del project financing dello stadio “Riviera delle Palme”: lo hanno fatto giovedì, tra le 18 e le 20, presso gli uffici del Municipio sambenedettese. A rappresentare il Comune di San Benedetto del Tronto non c’era però il sindaco Martinelli (in vacanza a Palma de Maiorca), che nel mese di giugno è stato vittima degli strali di Luciano Gaucci. C’erano invece il vice-sindaco Pasqualino Piunti, oltre al funzionario comunale Germano Polidori. È stato proprio Piunti, assieme all’onorevole Scaltritti, ha tentare, nelle ultime settimane, di ricucire i rapporti tra la famiglia Gaucci e l’Amministrazione Comunale (in qualche modo c’è da segnalare la mediazione del magistrato sambenedettese Aldo Manfredi, ieri presente all’incontro). La Samb Calcio era rappresentata dall’architetto perugino Roberto Regni, dal direttore dell’area tecnica Elio Gulivi, dal direttore generale Claudio Molinari e dal team manager Italo Schiavi.
Al termine dell’incontro, seguito attentamente da Alessandro Gaucci per mezzo dei contatti telefonici avuti con i suoi collaboratori, l’Amministrazione Comunale ha diramato uno stringato comunicato: “Il vice sindaco Pasqualino Piunti ha incontrato i rappresentanti della Samb calcio registrando nuovi elementi per il prosieguo della trattativa avviata per il progetto di riqualificazione dello stadio Riviera delle Palme. Tali elementi verranno esaminati dalla Giunta Comunale e dalla maggioranza in tempi brevi”.
Tre sono dunque gli elementi di novità scaturiti dall’incontro di ieri:

a) I Gaucci e la Giunta Comunale tornano a parlarsi. Non è cosa da poco dopo gli improperi detti durante tutto il mese di giugno. Il fattore-chiave della questione è legato al caso-Catania. Proprio in settimana c’è stata la definitiva riammissione del club etneo (di proprietà della famiglia Gaucci) nel campionato di Serie B. Se i siciliani fossero retrocessi in C1, per i Gaucci sarebbero sorti non pochi problemi per la gestione di due squadre nello stesso girone. Nell’incontro di ieri, invece, è emersa chiara la volontà della famiglia Gaucci di costruire una squadra protagonista anche nel prossimo campionato. Dalla settimana prossima verrà, innanzitutto, scelto il nuovo tecnico (Gentilini e Di Chiara tra i papabili), e poi avviato definitivamente il calcio mercato, che si svolgerà all’hotel Quark di Milano fino al 15 di luglio (ma i calciatori sono tesserabili fino al 30 agosto). I nomi nel mirino della società rossoblù sono gli attaccanti Ambrosi del Pisa e Succi del Padova, il centrocampista Tisci del Lanciano, il difensore Traversa della Fiorentina. Dovranno poi essere definite le situazioni di Criniti, oltre che dei giocatori in forza al Catania e al Perugia (Kanjengele, Ignoffo, Filippi, Terra).

b) L’Amministrazione Comunale si dà un proprio piano di lavori. Le “grida” di Luciano Gaucci erano esagerate, ma è anche vero che un’amministrazione seria, di fronte ad un caso del genere, stabilisce un proprio piano di lavori e i tempi necessari per giungere ad una decisione. Anche se in ritardo, ci sembra un passaggio azzeccato.

c) E la minoranza? Martinelli aveva sempre parlato, in riferimento al progetto sul Riviera delle Palme, di coinvolgimento dell’intero emiciclo politico locale e della città tutta. Il comunicato stampa invece stralcia questa ipotesi: la questione sarà oggetto di discussione della Giunta Comunale e della maggioranza. Un modo per abbreviare i tempi, ma anche una scorciatoia pericolosa nel caso in cui le scelte non siano condivise dalla maggioranza dei residenti.

Non resta che attendere, per entrare nel concreto della stagione sportiva 2003-04, gli avvenimenti della prossima settimana, che riprenderemo a seguire giornalmente sul nostro sito www.sambenedettoggi.it (ppf)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 168 volte, 1 oggi)