NAPOLI – Ormai è certo: la firma digitale diventerà una realtà ed una obbligatorietà fra una settimana per tutte le imprese sul territorio nazionale. Dal 1° luglio, infatti, scatterà l’obbligo per tutte le aziende iscritte al registro Imprese , per intrattenere tutti i rapporti economico-amministrativi con le Camere di Commercio, a dotarsi della smart card Infocamere, in distribuzione gratuita su tutto il territorio nazionale dalle stesse Camere di Commercio. Così già per l?imminente scadenza della presentazione dei bilanci, ci si dovrà dotare di tutta la strumentazione e quindi della firma digitale per poter operare con la Camera di Commercio. Una scadenza a cui, non tutte le aziende, né i commercialisti, (a causa di continue proroghe del termine in cui il servizio diventa obbligatorio) giungono preparate. Insomma potrebbe davvero crearsi il caos a sette giorni dal termine ultimo per potersi mettere in regola con le nuove disposizioni. E per ovviare a questo, cioè alla corsa dell’ultima ora, è stato istituito a Napoli, su scala nazionale un call center per fornire tutta l?assistenza e le spiegazioni del caso e fare in modo che chi deve dotarsi della strumentazione e della firma digitale lo possa fare nell?arco delle 24 ore. Basta telefonare ad un numero verde gratuito ?800914828?, istituito dalla E-Gav di Napoli, per poter ottenere ogni giorno, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 21, tutte le informazioni del caso. Ciò che ci proponiamo di fare – spiega Luigi De Falco, amministratore unico della Giano srl, azienda titolare del marchio E-Gav, che ha presentato questa mattina il servizio informativo e tecnico del nuovo servizio – è di fornire alle aziende tutte le informazioni utili per arrivare a questa scadenza, ormai non più prorogabile, nel modo più tranquillo possibile senza imprevisti e certi di essere in grado di dotarsi di tutta la strumentazione necessaria per poter ottenere e gestire la firma digitale?. Le informazioni possono essere anche reperite su internet dal sito dell?E-Gav, all?indirizzo http://www.e-gav.it. E? quindi l?inizio di una nuova era per il rapporto del cittadino con la pubblica amministrazione in Italia. Un sistema che sarà adoperato a seguire tutto ciò che è certificazione, a partire dalla carta d’identità elettronica. La firma digitale è l’equivalente elettronico di una tradizionale firma apposta su carta assumendone lo stesso valore legale. E’ associata stabilmente al documento informatico e lo arricchisce di informazioni che attestano con certezza l’integrità, l?autenticità e la non ripudiabilità dello stesso. (AGE)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 139 volte, 1 oggi)