La Samb è di Gaucci, che dichiara di non essere
interessato a operazioni di dismissione. Tutto, però,
dipende dal caso Catania: se i siciliani resteranno in B,
i Gaucci potrebbero anche pensare ad una Samb da
primato nel campionato di C; se invece la situazione
dei rosazzurri dovesse complicarsi, i Gaucci avrebbero
dei problemi ad allestire due squadre da primi posti
nello stesso girone.

Ecco dunque spuntare i nomi di due cordate, i cui primi
contatti vanno fatti risalire, per entrambe,
all’autunno scorso (si era in piena
“vicenda Agnello”). Quella che al
momento gode dei migliori contatti con la famiglia
Gaucci è quella composta, pare, da Amedeo Pignotti
(da sempre innamorato della Samb oltre che del suo
Grottammare), Amadio, proprietario in campo sportivo,
di Eurobasket Roseto e della Scavolini Pesaro
(entrambe in Serie A), e di un industriale bresciano.
L’altra cordata è formata da tutti imprenditori
locali “innamorati di Samb”.

I giochi cominciano adesso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 268 volte, 1 oggi)