Fabio Filippi si aggregherà al Perugia durante il torneo Intertoto, necessario per selezionare alcune compagini che potranno partecipare alla Coppa Uefa 2003-04. Colantuono sarà dirottato a Catania, assieme al direttore sportivo Angelozzi. Due dei pupilli di Colantuono quali Delvecchio e Pedotti sono destinati a seguire il tecnico romano in Sicilia. Intanto Luciano Gaucci chiede che la Samb possa essere ammessa direttamente in Serie B, allargata a due gironi, per anticipare la riforma che prevede una cadetteria divisa in due a partire dal 2005-06.

La stampa sportiva nazionale parla apertamente di Samb messa sul mercato, pronta al migliore acquirente. Su tutto ciò, gravita la possibilità che, per la prima volta nei suoi ottanta anni di storia, la squadra rossoblù si “esili” volontariamente, e non disputi le partite del prossimo campionato a San Benedetto.

Insomma, ce n’è di che preoccuparsi. Sarebbe necessaria una sterzata, un qualche annuncio che dia una prima certezza: il nome del prossimo allenatore. I candidati restano Brini e Gentilini (quest’ultimo vicino alla Vis Pesaro). Va ricomposta una dirigenza valida, stante la partenza di Angelozzi. Vanno impostate le politiche di calciomercato. Va ritirata la minaccia di spostare la Samb in un’altra città (sarebbe imperdonabile). Va, eventualmente, riallacciato il rapporto con il sindaco Martinelli, per allargare il project financing relativo allo stadio “Riviera delle Palme” anche all’area Brancadoro, dove istituire una cittadella dello sport quanto mai necessaria.

Siamo sicuri che la famiglia Gaucci, se lo vorrà e se il Catania sarà confermato in Serie B, sarà in grado di riproporre una squadra di alto livello. Entro dieci giorni, però, sarà necessario avere almeno una delle piccole certezze elencate sommariamente sopra. Chi ha potere di agire lo faccia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 135 volte, 1 oggi)