“Dopo che per mesi ha lavorato con l’opposizione, oggi propone il city manager, come strumento politico e burocratico per restituire il Sindaco ai cittadini.
Probabilmente già avrà in mente nome, cognome e appartenenza politica, giusta per onorare il vieto clientelismo rimproverato agli altri.
Il city manager è una cosa seria e importante, ma riguarda i poteri che la legge conferisce al Sindaco; non riguarda la maggioranza.
Baiocchi e Rosini si sono presentati ai cittadini nascondendosi dietro ad una lista che portava il suo nome, “lista Martinelli?, per poi tradire il Sindaco e gli elettori.
Martinelli, per come abbiamo imparato a conoscerlo noi, è uomo tranquillo, dimostra flessibilità ed è disposto anche a piegarsi come gli hanno imposto nell’ultimo rimpasto, dove lo hanno costretto a rinunciare agli assessori Cava a Camaioni, che tanto avevano dato alla vittoria del centro-destra. Crediamo anche però che dietro di sé abbia un’anima d’acciaio, perché ha dimostrato di non essere disposto a trasformare la Casa delle Libertà in una casa di tolleranza, dove ognuno fa ciò che crede.
Nella Giunta ci saranno pure cose che non vanno, però queste si risolvono con garbo e rispetto delle persone, valutando le soluzioni nel rispetto delle procedure legali. Rosini e Baiocchi vogliono invece scorciatoie, soluzioni sommarie e personali.
Viviamo in uno stato di diritto e fa bene il Sindaco a farlo rispettare, anche quando qualcuno si è inventato un’ennesima crisi- poi intelligentemente fatta rientrare dai vertici dei partiti di maggioranza- per “epurare? con la dotta consulenza di Rosini, l’ottimo assessore all’urbanistica Sestri.
In tale occasione il Sindaco ha puntato giustamente i piedi, perché l’Urbanistica è una cosa seria e delicata e non può essere gestita come una questione che riguarda Rosini e pochi altri.
Ritengo che Rosini abbia poco a che fare con la nostra maggioranza, mi chiedo come è ancora possibile tentare di recuperare un uomo che della politica per il bene della città ne fa una partita di rugby: Come fanno il Sindaco, la Giunta e i consiglieri di maggioranza a sedersi in un tavolo dove dovrebbero sentirsi amici perché alleati e vi siedono soggetti come Rosini e Baiocchi, che ogni giorno accusano il Sindaco peggio dell’opposizione.”

Pietro Giudici
Capogruppo consiliare Gruppo Misto

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 87 volte, 1 oggi)