Direttore,
Credo che Gaucci stia tirando un pò troppo la corda. D’accordo vuole un riscontro economico ed è giusto ma… non siamo Manchester, non siamo la Juve, lo stadio non potrà mai essere suo. Ho timore che cerchi di crearsi un alibi nel caso il Catania retroceda, mi sbaglio?
FORZA SAMB!

Cordialmente
Dino

Caro Dino, non saprei dirti se sbagli o no. Di certo è che con la minaccia di far giocare la Samb a Macerata ha offeso tutta la città. Un’affermazione che denota chiaramente lo scarso amore per la nostra Samb.
Samb che deve tornare ad uno dei suoi tifosi magari con un programma più modesto nel tempo ma non negli obiettivi. Per esempio città come Lecce, Reggio Calabria ma anche AlbinoLeffe, Martinafranca, con una politica ‘nostrana’, hanno ottenuto risultati superiori alla Samb. E’ vero che imprenditori locali latitano, come ha detto nella sua lettera un altro tifoso, ma è anche vero che è impossibile, partendo da una seria organizzazione, ottenere risultati immediati. I tifosi dichiarino congiuntamente di saper attendere (due o tre anni) nel caso uno o più imprenditori locali decidessero di prendere da subito la Samb.
IL DIRETTORE

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 195 volte, 1 oggi)