La Regione Marche ha stabilito i criteri per concorrere al bando nazionale denominato: “20 mila abitazioni in affitto?. Si tratta di un programma sperimentale di edilizia residenziale pubblica (Erp) che destina alle Marche circa 11 milioni di euro, per complessivi 250 alloggi, da realizzare nella nostra regione.
Possono richiedere i finanziamenti i Comuni, gli Istituti autonomi case popolari, le imprese di costruzione e le cooperative edilizie.
Le domande vanno inviate al Servizio Edilizia Pubblica della Regione Marche entro il 5 luglio 2003.
L’accoglimento della richiesta è subordinata all’approvazione e al finanziamento ministeriale del Piano operativo regionale (Por), che verrà stilato sulla base delle domande pervenute.
“Il programma sperimentale – spiega l’assessore regionale all’Edilizia, Giulio Silenzi – punta a incrementare l’offerta di alloggi, da destinare alla locazione con canone convenzionato, nelle realtà a maggiore tensione abitativa. Rappresenta un’occasione importante per cercare di dare una casa alle persone in difficoltà o alle categorie più deboli sul mercato immobiliare. Nelle Marche abbiamo individuato alcuni criteri fondamentali per qualificare l’offerta abitativa. Chi propone l’intervento edilizio deve mostrare affidabilità professionale ed economica, garantire la rapida cantierabilità del progetto, assicurare il rispetto dei canoni di bioedilizia, destinare gli alloggi prioritariamente alle categorie sociali deboli e ai nuclei familiari sottoposti a sfratto esecutivo?.
Il Por va presentato a Roma entro l’11 luglio 2003. Termine che sembra già destinato a slittare di 90 giorni, per esigenze ministeriali.
Oltre che sul Bur (n. 50 del 5 giugno 2003), il modello di domanda, per partecipare al bando “20.000 abitazioni in affitto?, è disponibile sul sito della Regione (www.regione.marche.it alla voce “bandi?). (r.p.)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 98 volte, 1 oggi)