Prima tegola per il neo sindaco di Grottammare Luigi Merli, per un triste fenomeno presentatosi all’inizio della stagione turistica, creando gravi preoccupazioni a tutti gli operatori turistici, a causa di una consistente moria di pesci che si è registrata martedì 3 giugno presso la foce del fiume Tesino. In attesa dei risultati dell’Arpam ( Agenzia Regionale per l’Ambiente) e dell’Istituto zooprofilattico di Teramo, Merli “mette acqua sul fuoco? ridimensionando il fenomeno che viene registrato ogni anno, quando il fiume è in secca, tutto ciò a causa dell’ondata di caldo, l’acqua ristagna nelle pozze e va in putrescenza, facendo morire i pesci per mancanza di ossigeno. Rassicura che il tratto di costa è in continuo monitoraggio e non c’è motivo di creare allarmismi. Infatti, fra le cause più accreditate è l’impoverimento idrico dovuto ai continui prelievi da parte d’industrie prevalentemente agricole che a causa dell’eccessivo caldo di fuori stagione hanno dovuto irrigare maggiormente le varie piantagioni.
Certamente è stato un brutto spettacolo per i cittadini che passeggiando sul lungomare, approfittando del bel tempo di questi giorni, vedere una moria di pesci e di anguille saltellanti lungo la foce del fiume. In ogni modo va registrato che il fenomeno si ripresenta per il terzo anno consecutivo, sempre nel mese di giugno, inoltre nei due anni precedenti il problema era dovuto alla riduzione della portata d’acqua del fiume e di anossia (scarsa quantità di ossigeno nell’acqua), quindi anche per quest’anno è l’ipotesi più accreditata.
Però, per correttezza si aspetta i risultati effettuati sui campioni di pesce e di acqua per escludere definitivamente la paura di un inquinamento chimico dovuto alla presenza di molte industrie locali.
L’amministrazione di Grottammare si è attivata da tempo per realizzare un collettore fognario in fase di finanziamento della Regione Marche, che raccoglierà gli scarichi civili e industriali lungo il fiume Tesino, situati nel comune di Ripatransone convogliandoli nel depuratore di Grottammare.

Giunta comunale
Tante le riconferme. Falasca all’Urbanistica

Nel frattempo il sindaco Luigi Merli è riuscito a formare la nuova Giunta Comunale, assumendosi l’incarico del Bilancio e Personale; riconfermata la carica di vice-sindaco e assessore alle Politiche Sociali, Pubblica Istruzione, Pari Opportunità, Partecipazione, Cooperazione decentrata a Cristina Costanzo; il Commercio, Politiche per lo Sviluppo Economico e Produttivo e per il Lavoro, Politiche Comunitarie, Demografici a Lisciani Ugo; Lavori pubblici, Informatizzazione, Sevizi Cimiteriali a Tedeschi Fausto; Ambiente, Manutenzione, Patrimonio, Viabilità, Trasporti a Capriotti Marcello; l’assessorato alla Cultura e Turismo, lasciato dalla Menicozzi è andato a Fabbioni Stefano; Sport e Protezione civile a Santori Natale detto (toro); infine Urbanistica e Politiche Sanitarie al dott. Falasca Franco.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 126 volte, 1 oggi)