Lo stabilisce il calendario scolastico approvato dalla
Giunta per il territorio della regione Marche.

Tale data – ha sottolineato l’assessore Marcello
Secchiaroli che ha proposto la deliberazione all’esame
dell’esecutivo – è stata concordata con tutte le regioni
limitrofe.

Le festività di rilevanza nazionale, oltre alle domeniche,
sono: il 1° novembre festa di tutti i Santi, l’8 dicembre
Immacolata Concezione, il 25 dicembre Santo Natale, il
26 dicembre, il 1° gennaio Capodanno, il 6 gennaio
l’Epifania, il 25 Aprile anniversario della Liberazione, il
1° maggio festa del Lavoro, il 2 Giugno festa nazionale
della Repubblica, il giorno di lunedì dopo Pasqua e la
festa del Santo Patrono.

Le lezioni sono sospese: da mercoledì 24 dicembre
2003 a lunedì 5 gennaio 2004; da giovedì 8 aprile 2004
a martedì 13 aprile 2004. Le istituzioni scolastiche
possono inoltre decidere autonomamente altri due
giorni di sospensione.

Le lezioni avranno termine il 5 giugno 2004.

I giorni di lezione, nella scuola di base e in quella
secondaria superiore, sono 204 e tale numero va
rispettato da tutte le istituzioni.

Le attività educative nella scuola dell’infanzia e le
attività didattiche, comprensive degli scrutini e degli
esami nella scuola di base e in quella secondaria
superiore, hanno termine il 30 giugno 2004.

Nelle scuole dell’infanzia, infine, nel periodo
successivo al 5 giugno e fino al 30 giugno, termine
ordinario delle attività educative, può essere previsto
che, nell’ambito delle complesse attività individuate nel
piano dell’offerta formativa, funzionino le sole sezioni
ritenute necessarie in relazione al numero dei bambini
frequentanti, sulla base delle effettive esigenze delle
famiglie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 100 volte, 1 oggi)