Ci troviamo nei pressi di Terni e come disorientati ci
guardiamo negli occhi e ci chiediamo:ma non e’ che ci
siamo persi? dove cavolo si deve passa’?

Riprendiamo il viaggio,speranzosi che prima o poi
avremmo trovato la strada,ma sempre con il dubbio
che ci eravamo persi,alla ricerca di quel paesino
nascosto chissa’ dove… stavamo viaggiando verso
Cesi…

Forse siamo arrivati,esclama uno di noi,quando da
lontano intravediamo un cartello e vediamo altre
macchine con le sciarpe rossoblu.Ma la parte piu’
difficile era trovare il campo,allora ci mettiamo in coda
con gli altri e finalmente si intravede un qualcosa,ma
c’e’ chi dice:no,non puo’ essere quello e’ troppo
piccolo!chi dice:ma li e’ tutta terra,non ci sono
gradinate!

Invece eravamo arrivati,era il campo di Cesi e da li a
poco avremmo assistito all’incontro Cesi
Sambenedettese…

Parcheggiamo la macchina e nonostante ci venisse da
ridere e anche un po’ da piangere per la situazione
grottesca ci prepariamo e un cartello con su scritto
settore ospiti ci invita ad entrare,dove ad attenderci c’e’
un quarto di gradinata in ferro…….quella gradinata
dovevo mostrarla agli amici tornato a San
Benedetto,allora prendo la macchina fotografica e
scatto….

Non avrei mai immaginato che il paesino di Cesi e
quella trsferta sarebbe rimasta nei miei ricordi per i
giorni,i mesi e gli anni a seguire…

1 Giugno 2003 è il 93′ di Pescara Sambenedettese
l’arbitro fischia la fine dell’incontro e la fine di un sogno
che ci ha accompagnato per lungo tempo… c’e’ chi
piange chi fa commenti,chi con la testa bassa si
accinge a dirigere l’uscita,chi con un pizzico di invidia
assiste alla festa dei tifosi biancazzurri… l’amarezza
assale tutti ma io e i miei amici ci guardiamo e
tornando indietro con i ricordi,passando per la festa dei
tredicimila in piazza,per Parma e per Latina con una
lacrima eclamiamo:ma ti ricordi dove eravamo tre anni
fa?

A Cesi… sulla gradinata di ferro!

Grazie Ragazzi….

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 124 volte, 1 oggi)