Domani, dopo l’allenamento del pomeriggio, la Samb tornerà in ritiro. Non è stato ancora stabilito, però, se i rossoblù andranno nuovamente a Cingoli o sceglieranno un’altra destinazione: sembra però che si opti per Acquaviva Picena. Una scelta che condividiamo non tanto per la vicinanza a San Benedetto, quanto perché il ritiro in collina rischia di abituare i calciatori ad un clima diverso rispetto al caldo estivo che nelle ultime ore ha colpito i centri adriatici: la Samb infatti ha sofferto il Pescara quando tre dei suoi più importanti giocatori (Teodorani, Delvecchio e Napolioni) sono andati in difficoltà sotto il profilo agonistico.

Da domani sarà avviata la macchina organizzativa della trasferta in Abruzzo. Anche se il direttore generale Molinari non ha ancora ricevuto comunicazioni ufficiali, da Pescara trapelano notizie: sembra che ai tifosi sambenedettesi non saranno concessi più di tremila biglietti, per “pareggiare” il conto dell’andata (anche se lo stadio Adriatico può contenere 22.000 spettatori e non ci sono problemi di capienza). La maggior parte dei tifosi rossoblù si muoverà con i pullman e con le auto private.

Continuano intanto le dichiarazioni esagitate di Pietro Scibilia, presidente dimissionario del Pescara. Ricordiamo che le sue dimissioni avvennero dopo Pescara-Samb, per protesta contro gli incidenti provocati dalla tifoseria biancazzurra. Scibilia ha detto che ha intenzione di organizzare un servizio d’ordine comprendente i tifosi di casa, e che “dentro lo stadio Adriatico ci saranno le peggiori condizioni ambientali, sarà un inferno lo prometto”, “le stesse che noi trovammo a Catania la Samb troverà qui”.

Troviamo squalificante commentare queste ed altre dichiarazioni, che ciascuna persona potrà comprendere di quale livello siano. Possiamo solo consigliare ai veri sportivi pescaresi di prendere le distanze da un personaggio del genere, e di ripetere, legittimamente, lo spettacolo di tifo mostrato ieri dalla tifoseria di casa. Alla fine vincano i migliori, ma Scibilia non è sicuramente fra questi.

flamminipp@libero.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 120 volte, 1 oggi)