Una partecipazione massiccia quella delle Marche all’OBUV, la tradizionale Rassegna dedicata alla calzatura, che si terrà a Mosca a partire da domani 27 maggio fino al 30, per presentare le collezioni autunno-inverno 2003/2004. Sono infatti 137 piccole e medie imprese della nostra regione (106 dell’ascolano e 31 del maceratese) che vi partecipano, su un totale complessivo di 380 da tutto il mondo, di cui 230 italiane.
“Anche quest’anno le Marche si confermano protagoniste dell’Obuv – commenta il vice-presidente Gian Mario Spacca, che guida in Russia la delegazione della Regione – presentandosi con un numero corposo di piccole medie imprese, coprendo un ampio target di mercato. Tale evento rappresenta una importante “vetrina? per il nostro settore calzaturiero, in un momento di difficoltà legate soprattutto alla congiuntura internazionale?.
La Russia continua così ad essere un interlocutore privilegiato della politica di internazionalizzazione della Regione e la produzione calzaturiera è oggetto da sempre di interscambio con questo Paese: “tale mercato assume ancora più rilevanza in questo particolare momento, anche in considerazione della “crisi sanitaria? che sta attraversando la Cina ed alcuni paesi dell’Asia Orientale?.
Spacca sottolinea che su 137 aziende presenti, 60 partecipano alla collettiva nello stand della Regione e altre 77 hanno propri spazi: “ciò significa che ci sono ormai tante piccole imprese che trovano interessante l’iniziativa tanto da confermare ogni anno la presenza: il meccanismo regionale infatti prevede che le aziende possano stare all’interno della collettiva per un limitato numero di edizioni. E – aggiunge – significa anche che la strategia regionale di accompagnare le imprese è vincente, consente di avviare un rapporto che poi le aziende possono gestire in proprio.?
La partecipazione della Regione alla manifestazione è confermata dal 1998 e avviene nell’ambito dell’Accordo di Programma Regione/Ministero Attività produttive, che diventa operativo con la Convenzione con l’ICE.
Il Centro che ospita la manifestazione, Mir Kozhi, è da sempre considerato il punto espositivo più prestigioso della Federazione russa. (e.r.)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 134 volte, 1 oggi)