Samb-Pescara profuma di Serie B anche per quanto riguarda il contorno al piatto principale: per prima cosa una gestione incomprensibile della prevendita, decisioni un po’ ferree della Prefettura (compreso il divieto di aprire i botteghini per vendere gli ultimi biglietti), e soprattutto la stancante lagnanza su arbitraggi, accuse velate di corruzione e astio tra le società. Scibilia e i fratelli Iaconi hanno impostato questa partita come ad una rivincita di quanto accadde lo scorso anno a Catania: binario sbagliatissimo. Oggi l’unico episodio contestabile è stato il contatto tra Franchi e Giampaolo, al 30’ del secondo tempo. A prima vista: Giampaolo si è buttato. Rivedendolo in tivvù: Giampaolo, forse scioccamente, ha cercato il contatto e il rigore è di quelli “fifty-fifty?, si può dare o no. Iaconi è arrivato in sala stampa dicendo di non voler parlare di Carlucci, ma poi ha snocciolato le sue verità: addirittura contando i falli delle due squadre (“34 fischiati contro il Pescara, 26 contro la Samb, e non mi sembra che non siamo stati più fallosi…?), e poi aggiungendo al rigore contestato su Giampaolo un altro ‘netto’ ai danni di Bellé, “trattenuto per la maglia?, ma non sapremmo aggiungere quando e dove, e crediamo che anche i colleghi di Pescara farebbero fatica. Poi è stata la volta di Oliveri: “io non ho fatto alcuna polemica prima di questa partita?, ha detto, però il suo unico obiettivo è stato l’arbitro Carlucci. Ripetiamo, quel rigore poteva anche essere dato (ma avremmo avuto dei dubbi), ma se poi ci si spinge alle dichiarazioni di Oliveri (“Il loro rigore è viziato da una posizione netta di fuorigioco di Fanesi, ne sono certo?), allora arriviamo al patetico, al noioso. Un plauso va invece alla squadra del Pescara, che nel finale, approfittando di un calo fisico di alcuni giocatori chiave del centrocampo rossoblù (Delvecchio, Teodorani e Napolioni con i crampi), si è battuta come un leone ferito, mostrando quel carattere di cui anche nel primo tempo avevamo dubitato. Ma se la Samb ha meno fioretto, siamo sicuri che ha molta più “clava?. Pronti per un’altra battaglia, pronti a recuperare la voce.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 127 volte, 1 oggi)