Dalle ultime notizie sembra che un’intera città verrà
paralizzata per un’incontro di calcio che coinvolgerà
circa 13000 spettatori.

Sono sbalordito ed anche indignato nel sentire dire dai
cosidetti “operatori della sicurezza? ( che contro il
Teramo di sicurezza ne hanno garantita molto poca)
che il “Riviera delle Palme? non è uno stadio sicuro
ottenendo così di decurtarene la capienza del 40 per
cento ed inoltre menomare una struttura ricettiva dei
parcheggi.

Questa ricorrente litania mi fa immediatamente
pensare al fatto che il nostro impianto è nel centro italia
uno dei più moderni visto che non ha neanche 20 anni
di vita.

Certamente sarebbe necessario adeguarlo alle nuove
normative e mi piacerebbe sapere con precisione quali
dovrebbero essere i “grandi? interventi da fare per
riportarlo ad una capienza che possa superare quella
del vecchio “f.lli Ballarin? che vedeva incontri da 15000
spettatori.

A me sembra che una cosa sia chiara: possiamo
parlare di stadio da 25000 o 35000 posti, ma
dovremmo prevedere intanto la riduzione di queste cifre
del 30 o 40% per motivi di sicurezza.

Poi mi sembra chiaro che si sia creato un precedente e
da oggi in poi per tutti gli incontri di cartello il
parcheggio dello stadio non sarà più utilizzabile con
buona pace dei tifosi rossoblù che vengono da fuori
città.

A questo punto ed in queste condizioni mi sembra
improponibile parlare di serie B o addirittura di serie A
per il fatto che S.Benedetto sarebbe facilmente
raggiungibile da ogni direzione perché con un sol colpo
si cancellano tutte le strutture di servizio come le strade
di accesso ed i parcheggi.

Non mi sembra che ad Ascoli oppure in serie A a
Perugia, ad Ancona o a Reggio Calabria o per
Milan-Inter si blocchi un’intera città per una partita da
25000, 35000 o 80000 spettatori?

Se questo stadio non è sicuro per più di 15000
spettatori sugli spalti come si può pensare che lo sia
per 25000 visto che parcheggi e strade di accesso
resterebbero le stesse?

Come sembra dalle disposizioni prese dai cosidetti
“operatori della sicurezza?, allora per ambire a serie
superiori come da molte parti si dice penso che l’unica
soluzione sia di costruire un nuovo impianto in una
zona più adatta e con vie d’accesso più consone e più
sicure per le sbandierate ambizioni di promozione
oppure rimanere in serie C o serie inferiori.

Senza più voglia di andare allo Stadio (per la gioia di
alcuni)

Cordiali Saluti

Zak

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 95 volte, 1 oggi)