di Anna Stefania Mezzina
“Sicuramente un’iniziativa da ripetere, visto il successo che ha ottenuto tra i bambini”. Ad affermarlo è Massimo Sciarra della Cogese, al termine della rassegna “Nuoto in un mare che conosco”, organizzata in collaborazione con il Mamasa Club ed il Museo Ittico di San Benedetto, tenuta presso l’Auditorium Comunale.
Settantacinque i disegni esposti, che hanno dimostrato come i bambini delle scuole elementari Piacentini, Moretti e Colleoni di San Benedetto, insieme con quelli delle scuole di Martinsicuro e Monteprandone, amino il mare. Tra i disegni, vari tipi di pesci, ma anche le reti da pesca, le conchiglie e la sabbia.
Un breve intervento di Franco Civardi, Presidente del Museo Ittico e dell’assessore alla cultura Bruno Gabrielli, poi la visione di video del mondo marino ed i suoi abitanti.
Un mondo che i bambini hanno dimostrato di conoscere ed apprezzare notevolmente. Non sono mancate battute ed interventi spiritosi da parte dei più piccoli, che sono riusciti così a trasmettere il loro divertimento anche ai più adulti.
Al termine, dopo la consegna dell’attestato di partecipazione, l’angolo poetico, a cura di Enrica Loggi, che oltre a recitare le sue poesie, in italiano ed in vernacolo, ha letto anche alcuni testi scritti dai bambini.
Consensi anche per il saggio dei piccoli nuotatori della Cogese, svoltosi con successo nella piscina comunale di San Benedetto.
Parecchi i bambini presenti, tra loro anche gli “atleti” ascolani che frequentano la piscina comunale, seguiti dagli istruttori della Cogese.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 145 volte, 1 oggi)