Circa settecento persone hanno, infatti, posto ieri la propria firma sulla proposta di legge della Coldiretti per l’etichettatura obbligatoria dell’origine degli alimenti, nel gazebo allestito in Viale Secondo Moretti, in occasione della “Giornata della Ginestra”.
Non sono mancate adesioni “vip”, come quelle dell’onorevole Gianluigi Scaltritti, del sindaco di San Benedetto, Domenico Martinelli, del dirigente del Commissariato, Patrizia Carosi, del portiere del Cesena Calcio (ex Ascoli), Francesco Musarra, di diversi membri della Giunta e del Consiglio comunali comunali, mentre l’assessore al Commercio, Marco Lorenzetti, ha dato un importante contributo, autenticando le firme.
“Un’iniziativa che va ripetuta, – ha spiegato lo stesso Lorenzetti -, poiché deve essere un diritto di tutti i cittadini-consumatori poter scegliere in piena trasparenza quello che andranno poi a mettere in tavola”.
Soddisfatto anche il presidente di Coldiretti Ascoli, Marco Maroni. “Ringraziamo gli amministratori per la disponibilità dimostrata – ha commentato -, ma anche i cittadini, poiché la loro adesione ci dà un ulteriore stimolo a proseguire in questa battaglia così importante sia per chi fa la spesa tutti i giorni, sia per le nostre imprese”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 119 volte, 1 oggi)