Tutti d’accordo sull’agibilità per quindicimila persone in occasione di Samb-Pescara allo stadio “Riviera delle Palme”. Tutti d’accordo, ma, come dicevano i latini, scripta volant, verba manent: manca la produzione del documento ufficiale, da parte del Comune di San Benedetto del Tronto, che attesti la disponibilità all’ampliamento delle presenze. Non dovrebbero esserci colpi di scena, tuttavia bisogna osservare come questo tira e molla non faccia altro che ritardare l’organizzazione dell’evento da parte delle due tifoserie, ma soprattutto il lavoro di prevenzione da parte delle forze dell’ordine. Erano mesi che la Samb lottava per i play-off, e da due settimane era papabile la sfida Samb-Pescara. Certo, prendersi la responsabilità di aumentare la capienza di uno stadio, stante una normativa avversa, non è cosa da poco: per questo qualsiasi decisione andrà rispettata, purché, prima o poi, si decida…

Intanto Luciano Gaucci fa sapere che in occasione di Samb-Pescara sarà presente allo stadio “Riviera delle Palme”. Purtroppo, sarà un motivo di polemica in più da parte di tutto l’ambiente pescarese, che in questi giorni sta tornando pesantemente sugli avvenimenti accaduti in Catania-Pescara lo scorso anno. Nessuno però si dovrà permettere di paventare un “clima intimidatorio” nella sportivissima San Benedetto, e nessuno dovrà fare in modo che ciò possa verificarsi. Che sia una giornata di sport, e che vinca il migliore.

flamminipp@libero.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 95 volte, 1 oggi)