E’ la fotografia emersa dall’ indagine condotta dalla Federazione degli internisti ospedalieri (Fadoi) e presentata oggi a Roma, alla vigilia del congresso nazionale della federazione di Bologna. Secondo il rapporto, ormai negli ospedali i pazienti hanno più di una malattia. Un fenomeno, osservano gli esperti, dovuto soprattutto al progressivo invecchiamento della popolazione. Fra le malattie croniche l’ artrosi e l’ artrite sono al primo posto: basti pensare che su cento malati cronici ben 18,4 soffrono di artrosi. Tra le insidie della salute segue l’ ipertensione, che colpisce l’ 11,9% dei pazienti. Tra le malattie emergenti gli internisti segnalano le allergie e tra queste l’ ultima arrivata è quella all’ ulivo. “Gli italiani curano di più la salute e la prevenzione, soprattutto cercano di ridurre fattori di rischio fumando meno, curando l’alimentazione e facendo un pò di esercizio fisico”, ha detto il presidente della Fadoi, Ido Iori. Ma, ha aggiunto, su questi fronti c’é ancora molto da fare, considerando che il numero dei fumatori si è ridotto solo leggermente (dal 24,9% al 24,4%). Gli uomini sono ancora i fumatori più accaniti: 31,9% contro il 17,4 delle donne. Anche i chili di troppo sono un problema per più di 3 persone su 10 (33,4%). Gli italiani diventano anche più alti: mentre i nati nel 1975 alla visita di leva avevano una statura media di 174,29 centimetri, i nati nel 1980 erano alti 174,58 centimetri. I più alti vivono in Friuli Venezia Giulia, con una statura media di 178 centimetri; i più bassi in Calabria (172,35 centimetri). Ecco la mappa della salute in Italia, regione per regione: VALLE D’AOSTA: con la Campania, è la regione in cui le malattie cardiache colpiscono meno: 4,2% rispetto alla media nazionale del 5,4%; poco diffusa anche l’ulcera (1,8% contro il 4,7%); PIEMONTE: i tumori colpiscono soprattutto le donne; LOMBARDIA: particolarmente diffusi i tumori (1,3% contro 0,9%); LIGURIA: più diffusi i tumori rispetto alla media nazionale; gli uomini soffrono di ipertensione; TRENTINO ALTO ADIGE: negli uomini la provincia di Bolzano registra il minor numero di problemi di prostata; artrosi, artrite e diabete sono poco diffuse sia negli uomini che nelle donne. Minor numero di donne obese; FRIULI VENEZIA GIULIA: tumori più diffusi rispetto alla media nazionale, così come cefalea e ulcera; VENETO: negli uomini sono più diffuse le allergie; EMILIA ROMAGNA: molto comuni le lombosciatalgie e le allergie nelle donne; TOSCANA: la diffusione di allergie, malattie cardiache e vene varicose è più alta della media nazionale; UMBRIA: le malattie più comune in uomini e donne sono artrosi, artrite e allergie. Gli uomini soffrono più di cuore, le donne di emorroidi, ipertensione e vene varicose; MARCHE: negli uomini sono più diffusi i tumori; ABRUZZO: negli uomini sono più comuni malattie del cuore, artrosi e artrite; MOLISE: sono più diffuse le malattie di cuore (7,2% contro la media del 5,4%); donne meno colpite da tumori e obesità; LAZIO: negli uomini sono più diffusi i tumori; CAMPANIA: con la Valle d’Aosta, è la regione in cui le malattie cardiache colpiscono meno: 4,2% rispetto alla media nazionale del 5,4%; meno diffusi anche cefalea (5,3% contro la media del 9%), vene varicose, emorroidi e allergie; CALABRIA: con la Puglia, è la regione in cui i tumori colpiscono meno: 0,5% della popolazione contro la media nazionale dello 0,9%. Gli uomini soffrono meno di mal di testa PUGLIA: con la Calabria è la regione in cui i tumori colpiscono meno (0,5% contro la media nazionale dello 0,9%); BASILICATA: il diabete è particolarmente diffuso negli uomini; SICILIA: si soffre meno di tiroide (1,8% contro il 2,8% nazionale), negli uomini meno problemi di ipertensione; SARDEGNA: mal di testa e osteoporosi più comuni nelle donne. (AGE)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 169 volte, 1 oggi)