Già attorno al 10 aprile fu effettuato un trattamento antilarvale e di deblatizzazione (cioè di eliminazione degli scarafaggi) di somma urgenza che interessò tutto il territorio comunale, e particolarmente i centri urbani di S. Benedetto e Porto d’Ascoli. Nello stesso tempo partirono i lavori di pulitura degli alvei dei torrenti, tradizionali fonti di proliferazione delle larve, intervento che ora, grazie all’accordo stipulato dall’Assessorato all’Ambiente con Picenambiente, sta proseguendo nei tratti più a monte.
Fra un paio di giorni, invece, inizieranno i trattamenti ordinari che proseguiranno, con cadenza settimanale, fino ad ottobre. Proprio stamane, infatti, le ditte che hanno vinto il relativo appalto bandito dal Servizio Tutela ambientale hanno definito modalità e tempi degli interventi riguardanti, oltreché la disinfestazione, anche la derattizzazione e la fumigazione della rete fognaria. Naturalmente, qualora ci fossero situazioni particolari di “resistenza? degli insetti agli interventi programmati, si potrà procedere ad ulteriori trattamenti mirati di disinfestazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 121 volte, 1 oggi)