Attualmente la capienza dello stadio “Riviera delle Palme” è autorizzata per 5.000 spettatori, ma grazie ad un’ordinanza del Sindaco Martinelli l’attuale campionato è stato disputato con un limite massimo di 10.000 spettatori. Impossibile però pensare che per la sfida tra Samb e Pescara del prossimo 25 maggio tale limite possa bastare.

Per prima cosa c’è da considerare l’afflusso dei tifosi di casa. Con una media a campionato di circa 6.000 spettatori, c’è da prevedere che, se non ci saranno limitazioni di sorta, saranno almeno 11.000 i paganti di casa. Pensiamo però che siano ipotizzabili anche più di 13.000 spettatori di casa: quota raggiunta lo scorso anno nella finale di andata contro il Brescello. Col Pescara si tratta di una semifinale, però stavolta è in ballo la serie B e si affronta un derby sentitissimo, che richiamerà tanti tifosi da tutte le Marche e l’Abruzzo.

Da Pescara intanto fanno sapere che desiderano 3.500/4.000 biglietti. La “forbice” di spettatori ipotizzabili, nel caso non ci siano limitazioni, varia da 14.000 a 18.000. Per risolvere tale problema, nei prossimi giorni (al più tardi giovedì), ci sarà un incontro tra il d.g. della Samb Molinari, il Sindaco Martinelli e i gestori dell’ordine pubblico. La Samb chiederà di aumentare la capienza dello stadio. In che modo? Appare ovvia l’apertura della Tribuna Laterale Sud: e sono 2.500 posti in più rispetto ai soliti diecimila. Ne mancherebbero almeno altri 2.500/3.000 per soddisfare le richieste minime. Lo spazio andrebbe trovato negli anelli inferiori: un migliaio in ciascuna delle due curve, quattromila tra distinti e tribuna. Aprendo le due curve, i tifosi pescaresi avrebbero a disposizione 3.500 biglietti, i tifosi della Samb 13.500. Crediamo che questa possa essere la soluzione migliore e di minor rischio, ma sarà compito del Sindaco Martinelli, dei funzionari comunali e delle forze dell’ordine prendere la decisione più saggia, anche in considerazione dell’ordine pubblico.

Per quanto riguarda i prezzi dei biglietti delle gare play-off, questi saranno decisi nei prossimi giorni dalla Lega di Serie C: la Curva dovrebbe costare dieci euro (più il famoso euro di prevendita). Tutto sarà gestito dalla Ticket-One.

CLAMOROSO. A seguito del ricordo del Paternò relativo alla gara Pescara-Paternò dello scorso 19 aprile, terminata 1-0 con rete di Calaiò al 95°, la CAF ha decretato lo 0-2 a tavolino per il Paternò. I siciliani, ieri avversari della Samb, sono così esclusi dalle gare play out, ai quali invece è costretta la Vis Pesaro. Il Pescara scende da 69 punti a 66, mantenendo la seconda posizione ma non più a pari punti dall’Avellino. Un motivo di rammarico in meno.

flamminipp@libero.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 111 volte, 1 oggi)