Secondo me lo stadio va completato: il progetto originale prevedeva un anello superiore della stessa dimensione di quello della tribuna ovest.
Infatti le scale attorno ai riflettori non sono state completate e potrebbero arrivare a quella altezza. In altezza le curve e i distinti sono un po’ stretti: basta guardare gli altri stadi. Già in serie C la curva nord e i distinti li riempiamo, in B e in A potrebbero non bastare.
Certamente va riaperto il parterre (e messo a norma), però i posti disponibili lì sotto sono pochi e comunque la partita si vede meglio da sopra! Insomma, lo stadio va finito, se davvero vogliamo puntare alla serie A (e non fare la figura di società tipo Venezia, Modena, Empoli con impianti insufficienti per la massima categoria).
La capienza è di circa 20.000 spettatori, ok, ma in A… potrebbero anche essere pochi! Quanta scena farebbe, poi, una curva nord grossa il doppio dell’attuale e… piena? Non oso pensarci… Oltretutto sarebbe anche più sicura: domenica ero in curva e si stava tutti appiccicati. Sicuramente va migliorato il livello di sicurezza all’interno dello stadio: il povero Cioffi andava soccorso prima, e poi non c’era un medico della società.
Sono contrario alle costruzioni dietro le curve e i distinti: prima di tutto si perderebbero tutti (o quasi) i parcheggi che andrebbero rifatti non si sa bene dove (probabilmente dietro la tribuna ovest, dove ora c’è la campagna, visto che a est c’è la ferrovia, a nord l’IPSIA e a sud il Palasport).
E poi come garantire la sicurezza nel deflusso dei tifosi nel dopopartita? I brutti eventi del dopo Samb-Teramo insegnano che in certi casi è essenziale il rapido deflusso dei tifosi per evitare di essere coinvolti in eventuali cariche o scontri tra tifosi (e comunque va tutelata anche la sicurezza dell’impianto da eventuali ultras avversari in vena di distruzioni…. e in A e B ce ne sono tanti). Insomma, bisogna pensare a tutte le eventualità per non ritrovarsi poi a piangere dopo! La sicurezza viene prima di tutto!
Mi auguro che il dibattito prosegua e che non si accetti nessun progetto a scatola chiusa: la decisione deve essere dei sambenedettesi, perchè se è vero che la Samb siamo noi, anche la città è la nostra!
Complimenti per il vostro lavoro
Basilare

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 89 volte, 1 oggi)