Alfredo Gricinella (tifoso): “Cioffi guardava verso i tifosi ed è caduto all’indietro; ho visto che si reggeva precariamente. Dopo che abbiamo aperto il cancello non dava segni di vita, i primi soccorsi li hanno dati i carabinieri. L’ambulanza ha ritardato troppo, anche se quando sono arrivati gli infermieri lui era cosciente. Purtroppo gli addetti all’ambulanza non si sono accorti subito di quanto successo perché erano dall’altra parte della curva?;
Fabio Mattioli (tifoso): “Stavo a pochi metri dal punto in cui è accaduto l’incidente. Ho visto che ha provato a sedersi tra le due transenne, proprio dove c’è lo spazio vuoto, cercando di guardare la partita di traverso. Non mi sembrava avesse un atteggiamento strano. Bisogna rimarcare che l’ambulanza ha impiegato troppo tempo per prestare soccorso.?
Giacomo Gaetani: “Ho visto bene quanto accaduto: è partito dal terzo gradino della curva e voleva sedersi in transenna. Purtroppo è sceso troppo di slancio, non ha trovato l’appoggio con il piede e il corpo ha agito da leva, due persone che erano vicine hanno provato a riprenderlo ma non ce l’hanno fatta. Non ho mai visto nulla del genere, quando è caduto il suo volto ha cambiato immediatamente espressione, spaventoso. Però dovete scrivere che non è possibile attendere per venti minuti l’ambulanza, bisogna subito fare qualcosa. Tra l’altro hanno provato ad alzare il suo corpo quando era a terra, mentre la prima cosa da fare era di immobilizzarlo?.
Lino Mozzoni (sponsor SEBA): “Durante il campionato si era anche sperato nella promozione diretta, ma i play-off erano l’obiettivo di inizio stagione e siamo contenti di averli raggiunti. Non fa differenza chi incontreremo agli spareggi, speriamo che ci capiti la squadra meno forte!?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 286 volte, 1 oggi)