Il project financing sullo stadio ora ha un temibile concorrente: il progetto proposto da Patron Luciani Gaucci. Tutti ne parlano e in pochi giorni è riuscito a far accendere i cuori dei tifosi e di tutti i sambenedettesi. Una struttura all’interno del recinto dello stadio che andrebbe ad ospitare negozi, una multisala, una discoteca, bar e ristoranti. Le caratteristiche di essere un bel progetto ci sono tutte ma ora bisogna vagliare la fattibilità e soprattutto pensare al futuro del primo project già approvato in giunta. A questo punto abbiamo chiesto il parere del primo cittadino Domenico Martinelli.
Sindaco qual è la sua impressione del progetto proposto dal presidente Gaucci?
Sicuramente si tratta di una proposta interessante, che dovremo vagliare attentamente, si tratta di intervenire all’interno del recinto dello stadio senza invadere altri spazi. Il primo project assicurava la messa a norma per la serie B mentre il progetto di Gaucci metterebbe a norma lo stadio per le partite Uefa, con copertura del Riviera delle Palme.
Cosa ne sarà del vecchio project?
Questo è un punto da considerare visto che è stato già approvato in giunta ed ha iniziato un preciso iter che vede protagonista un progetto firmato dalla ditta Ati Beani. Dovremo vagliare il tutto dal punto di vista tecnico ed amministrativo.
Quale sarà l’elemento determinante in questa decisione?
Sarà importante la volontà politica senza la quale non potremo andare avanti. Si tratta di un’opera importante per la città quindi la decisione coinvolgerà tutte le forze politiche non solo la maggioranza ma anche l’opposizione dovrà pronunciarsi in merito.
Gaucci è arrivato a promettere la serie A…
Non dobbiamo farci prendere dall’entusiasmo per le promozioni promesse, certo tutti noi amiamo la Samb e la vorremmo ai massimi livelli. Pensare alla squadra rossoblu in serie A sarebbe un sogno non solo dal punto di vista calcistico ma per tutta la città, diventeremmo un caso nazionale un po’ come il Chievo. Allo stesso tempo non possiamo dimenticare che Gaucci ha investito tanto sulla squadra e ora potrebbe fare lo stesso con la città, di questo dovremmo essere orgogliosi.
Quali i prossimi incontri previsti con la famiglia Gaucci?
Tra venti giorni avrò un altro incontro durante il quale si passerà a discutere in maniera più tecnica e precisa del progetto.
(ca)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 100 volte, 1 oggi)