La consueta partita del giovedì contro la formazione Beretti ha fornito degli spunti interessanti riguardo la formazione che potrà scendere in campo domenica prossima. Di Serafino e Fanesi si sono limitati all’esercizio della corsa (come l’infortunato Manni), e difficilmente riusciranno a recuperare la piena condizione. In particolare Di Serafino vedrà nella giornata di venerdì se potrà partecipare all’incontro, ma i dubbi sono tantissimi.

Ecco allora che Camillucci affiancherà Filippi nella zona di centrocampo. Camillucci, arrivato a San Benedetto nel ruolo di ala destra, è stato poi impiegato da Matricciani e Colantuono sempre come interditore centrale, disputando alcune buone gare in Coppa Italia (per lui un gol nella gara contro la Pistoiese). In attacco, se Fanesi non ce la farà, giocherà Turchi, un giocatore che per sua ammissione dichiara di aver mostrato al pubblico sambenedettese appena il «30% delle mie capacità»; Kanjengele partirà dalla panchina.

Cambiamenti anche in difesa. Innanzitutto Pedotti è stato provato come terzino sinistro: non si tratta di una novità per lui, se si pensa che lo scorso anno, a Brescello, veniva impiegato come terzino nello schema del 4-3-3, mentre giocava addirittura come esterno di centrocampo quando mister Cadregari preferiva il 3-4-3. Nel primo tempo, la coppia di difensori centrali è stata Taccucci-Cottini: Franchi ha giocato solo la ripresa per scelta tecnica. C’è da dire che in questo modo Quondamatteo, che pure non ha sfigurato domenica scorsa, tornerebbe in panchina.

La partita è finita 13-0 (primo tempo 7-0): hanno segnato Turchi (4), Delvecchio (3), Kanjengele (2), Taccucci, Soncin, Teodorani e Pirone.

Si ricorda che domenica prossima le donne non pagheranno il biglietto di ingresso allo stadio, ad eccezione della tribuna centrale.

flamminipp@libero.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 122 volte, 1 oggi)