La Regione cerca sponsor per poter eseguire una ricerca sullo stato degli edifici di edilizia residenziale pubblica. In questo direzione va l’approvazione di una delibera di giunta, adottata su iniziativa dell’assessore all’edilizia Giulio Silenzi.
La ricerca punta a eseguire un monitoraggio degli edifici esistenti, prendendo in considerazione modalità costruttive, materiali, tipologie, sistemi impiantistici, esposizione…, insomma una serie di informazioni sulle caratteristiche energetiche e ambientali del patrimonio regionale degli IACP.
“L’idea nasce – spiega Silenzi – dalla considerazione che la sensibilità sui sistemi eco-compatibili di costruzione è utilizzata per le nuove costruzioni, invece niente si conosce di quelle esistenti, una “ignoranza? che non consente di effettuare interventi di recupero, che siano veramente mirati. Quindi – ha aggiunto – una volta conosciute le reali condizioni degli edifici, disporremo di una massa di informazioni, che potrà guidare l’intervento pubblico di recupero e manutenzione degli stessi, ma anche consentire una valutazione più equilibrata dei canoni di locazione e dei prezzi di cessione.?
La ricerca sarà a campione, prenderà cioè in considerazione 150/200 edifici, che saranno però scelti come rappresentativi dell’universo del patrimonio edilizio, in quanto sono selezionati seguendo diversi criteri: anno di costruzione, località, materiali utilizzati (presenza/assenza di alcuni inquinanti, come ad es. l’amianto), tipologie (a schiera, palazzine..), ma anche qualità degli spazi intorno all’edificio… La ricerca prenderà comunque avvio dalla documentazione di base in possesso degli stessi IACP che, per ogni edificio, dispongono del progetto, del capitolato e degli eventuali interventi di manutenzione.
“La ricerca di sponsor per iniziative simili è una novità assoluta per la Regione – conclude Silenzi – ma può essere una strada interessante, visto che non vogliamo sottrarre le risorse che abbiamo per investimenti per questo tipo di attività, che invece può interessare le ditte private del settore.?
La delibera stabilisce che gli sponsor (produttori di materiali edili, associazioni, imprese, fondazioni bancarie…), al massimo quindici, possono partecipare fino ad un importo di 300 mila euro. Per informare di questa opportunità è prevista la divulgazione attraverso un avviso pubblico.
La consistenza complessiva degli edifici IACP nelle Marche è di 13.800 alloggi, così ripartiti: 4.910 nella provincia di Ancona, 3.280 ad Ascoli Piceno, 280 a Fermo, 2.220 a Macerata, 3.110 a Pesaro. Un patrimonio realizzato nell’arco temporale che va dagli anni ’50 al 2000, a cui si aggiungono anche altri edifici storici che sono stati recuperati negli ultimi anni. (e.r.)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 238 volte, 1 oggi)