“Abbiamo dato -ci dice Beni- il massino che potevamo, ci siamo battuti al meglio delle nostre possibilità anche se abbiamo incontrato diversi problemi sia per infortunio che per atri motivi personali e famigliari di alcuni giocatori che non hanno permesso di schierare sin dal principio il miglior undici possibile. Comunque inutile fare recriminazioni, il passato è trascorso ed io debbo fare una lode scritta con il cuore ai miei ragazzi che hanno disputato finora un campionato senza risparmi facendo vedere cose belle e di rendimento�
E’ stato un campionato con un Urbino in più?
“Veramente è proprio così un grande Urbino, onore e merito ai feltreschi che hanno meritato. Siamo arrivati secondi con un punteggio assai alto solitamente buono per vincere. Peccato che ci siano da quest’anno i play off, una novità che purtroppo rimette in discussione il nostro secondo posto conquistato con merito e fatica sul campo, per andare quindi ad una specie di lotteria. Comunque, sono regolamenti che tutti abbiamo accettato prima dell’inizio e quindi vanno rispettati in toto.“
Mister teme qualche contraccolpo psicologico?
“ E un pericolo che non posso escludere, comunque i ragazzi hanno fatto tanto, ma sanno che c’è ancora bisogno di far vedere che ci siamo, che siamo ancora vivi, vitali, e cercheremo di ricaricarci di quegli stimoli giusti e di quella volontà e grinta agonistica che abbiamo sempre avuto. Adesso passiamo alla fase veramente decisiva e speriamo di dimostrare ancor una volta tutte le nostre capacità convinti di poter raggiungere ancora i nostri obiettivi prefissati�
Oggi a Recanati la squadra di beni è stata sconfitta ma le giustiifcazioni sono tantissime. Non solo perchè ha mandato in campo molte riserve ma perchè oramai tutti sono con la testa ai play off e precisamente all’Urbisaglia che sarà il primo avversario nel lungo cammino che porta alla serie D. Auguri.
gv

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 211 volte, 1 oggi)