Delvecchio e Napolioni squalificati, Corradi (due settimane di stop) e Manni infortunati, una sfilza di giocatori che non hanno nelle gambe i novanta minuti di gioco (Quondamatteo, Filippi, Di Serafino, Pirone, Camillucci). È questa la Samb che dovrà affrontare domenica prossima L’Aquila, squadra penultima in classifica ma in incredibile e clamorosa rimonta (12 punti in 5 partite). Non per niente, L’Aquila ha messo sotto la capolista Avellino nella partita di domenica scorsa, pareggiando con Vidallè al 93°. Non sarà dunque un avversario arrendevole.

In questo scontro decisivo per entrambe le squadre, non servirà (nè, crediamo, sarà possibile) nè il bel gioco, nè il fioretto, ma tanta tanta grinta e determinazione. L’Aquila del sambenedettese Gentilini verrà al “Riviera delle Palme” con il coltello tra i denti, cercando di imporre il proprio ritmo agonistico. Guai a lasciarsi sopraffare! E il pubblico sambenedettese dovrà essere ancora una volta determinante, cercando di trascinare i propri giocatori verso l’obiettivo della vittoria che consentirebbe l’accesso anticipato di una giornata ai play-off.

Uno sguardo anche al campionato: affascinante, incerto in testa e in coda, come in nessun altro torneo professionistico italiano (per quest’anno). Per la prima posizione il testa a testa tra Avellino e Pescara vede in leggero vantaggio gli irpini, che hanno dalla loro i migliori risultati negli scontri diretti. Se la Samb arriverà quinta, affronterà una delle due squadre: servirà un’impresa, a quel punto, ma il fatto che tutte e due sperino fino all’ultima giornata di raggiungere una promozione diretta potrebbe avere notevoli effetti negativi sul morale nel caso debbano poi ripiegare sui difficili spareggi.

Ricordiamo che il Crotone, a tre punti dalla Samb e con gli scontri diretti a proprio sfavore, dovrà far visita al Chieti: se i calabresi non dovessero vincere, alla Samb sarà sufficiente un pareggio. Ma è troppo presto per far conti…

flamminipp@libero.it

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 241 volte, 1 oggi)