All’esame del civico consesso un progetto di utilizzo a fini industriali dei pozzi situati in prossimità del fiume Tronto ai fini di un aumento della capacità di fornitura. Si parlerà anche di un progetto, ancora al vaglio dei competenti organi, per la creazione di un impianto di potabilizzazione da ubicare a Centobuchi.
Il consiglio dovrà poi approvare a maggioranza qualificata (almeno 21 voti su 30) la proposta di modifica dello Statuto comunale per stabilire la non rieleggibilità del Difensore civico dopo il primo mandato: era stato il Sindaco, su richiesta del capogruppo DS Gaspari, a prendere quest’impegno nel corso dell’ultima seduta consiliare, quando fu eletto il nuovo Difensore civico.
Saranno poi portate in approvazione due delibere riguardanti la gestione dei servizi sociali in ambito intercomunale e il nuovo Regolamento della Consulta comunale per l’immigrazione, già rinviate nell’ultima seduta.
In discussione anche due ordini del giorno: uno della minoranza per ripristinare le fasce di reddito del 2001 per i soggiorni termali e montani degli anziani e uno dell’esponente di FI Forlì per condannare la violazione dei diritti umani a Cuba e per esprimere solidarietà al popolo cubano.
Infine il Consiglio dovrà esaminare una mozione presentata dai gruppi consiliari di maggioranza che esprime contrarietà alla proposta di riordino della sanità avanzata dalla Giunta regionale e invita l’Amministrazione a difendere strutture e servizi della ASL 12. Con lo stesso documento si chiede che la Conferenza dei Sindaci sia coinvolta nella nomina del futuro direttore generale della nostra Asl che dovrà essere meno dipendente dalla realtà anconetana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 105 volte, 1 oggi)