L’impegno è stato assunto dall’assessore ai minori Gabriella Ceneri nel corso di un incontro svoltosi nei giorni scorsi presso la Regione Marche per definire la ripartizione dei compiti tra i vari enti coinvolti nel progetto. Saranno infatti complessivamente 60 i bambini, alcuni dei quali bisognosi di cure mediche, ospiti di Comuni marchigiani e della stessa Regione per tutta l’estate.

“I bambini saranno accolti e sistemati in una scuola della città per tutto il mese di luglio – spiega Ceneri – e seguiranno le attività ludiche e didattiche che predisporremo per i nostri bimbi che frequenteranno i Centri Ricreativi Estivi. Vorremmo infatti imperniare l’attività dei Centri proprio sui progetti della interculturalità e della solidarietà e la presenza dei bambini africani costituirà un ottimo riflesso pratico”.

Questi bimbi avranno bisogno di tutta la solidarietà cittadina. “L’anno scorso – dice ancora l’assessore Ceneri -predisponemmo tutto per l’accoglienza dei bambini ma, per ragioni burocratiche, non fu possibile averli con noi e quindi spedimmo il materiale raccolto in Africa. Ora rivolgo un appello a tutti coloro che possono offrire del materiale utile perché prendano per tempo contatti con l’Assessorato in modo da consegnare gli oggetti all’arrivo dei bambini: c’è bisogno di vestiario, di materiale didattico, di costumi da mare, ciabatte, cose semplici che possono garantire ai ragazzi una vita decorosa”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 123 volte, 1 oggi)