La Picenambiente, nell’ambito della convenzione stipulata con il Comune, sta provvedendo al livellamento della sabbia e alla rimozione dei detriti. L’intervento è partito da Porto d’Ascoli e si ritiene, che, tempo permettendo, potrà concludersi nel giro di un mese.

Analoga operazione è stata avviata per la pulizia dei fossi. Si è cominciato con il torrente Albula, il più centrale e le cui condizioni avevano suscitato le proteste di molti cittadini, e si proseguirà con gli altri corsi d’acqua che attraversano la città. Anche questo intervento sarà concluso nel giro di poche settimane.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 84 volte, 1 oggi)