I sambenedettesi, dopo aver da tempo conquistato i play-off grazie a ben 17 risultati utili consecutivi, hanno pagato un calo di forma evidente che, sommato ad importanti infortuni quali Olivieri (stagione finita), Aureli e Pompili (recuperabili in ottica play-off) ha portato i rivieraschi al terzo posto in classifica, con la quarta e la quinta in classifica a pochi punti di distanza.
Nel big-match contro la vice-capolista Montesicuro, il risultato a favore dei dorici è stato schiacciante (5-1) ma, tutto sommato, non veritiero: la partenza dei padroni di casa è stata bruciante, mentre quella dei sambenedettesi tutt’altro. Dopo circa un quarto d’ora di gioco, causa evidenti leggerezze difensive la Tecno si trovava sotto di quattro reti.
Ecco allora che si svegliava e tra la fine del primo tempo e tutto il secondo tempo cercava di recuperare accorciando prima le distanze con Di Battista per poi sfiorare più volte la marcatura con un ottimo Cocco (2 pali), Palladini ed i fratelli Grossi per un totale di circa otto chiare occasioni da rete che, causa la bravura dell’estremo difensore dorico, l’imprecisione davanti alla porta ed una buona dose di sfortuna, non hanno sortito effetto.
Insomma…sconfitta si, ma con onore, dato che il neo entrato Francesco Libbi, nella seconda frazione di gioco, rischiava poco e niente.
Si sono visti importanti segni di ripresa: l’importante è recuperare un po’ di forma fisica e convinzione mentale.
I play off si avvicinano e manca solo una gara alla fine del campionato regolare: venerdì 25 aprile la Tecno riceverà l’Osimo. Importante non perdere per garantirsi la terza piazza in classifica e quindi il ritorno casalingo nella prima semifinale play-off.

Formazione scesa in campo: Palumbo, Grossi L., Palladini, Cocco, Camaioni, Grossi A., Di Battista, Libbi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 159 volte, 1 oggi)