Pardini 6: effettua una grande parata su Ceccobelli, ma
forse ha qualche responsabilità sul gol di
Mastronunzio. Ha dichiarato di aver subito un fallo che
gli ha impedito di raggiungere la sfera, ma nonostante
la sua altezza, anche stavolta è sembrato un po’
insicuro nelle uscite sulle palle alte, all’interno
dell’area piccola.

Ogliari 6: disputa una gara ordinata, preoccupandosi
soprattutto di coprire gli spazi lasciati dalle percussioni
offensive di Teodorani.

Manni 6: ha di fronte un De Silvestro, che si controlla
“quasi? da solo, Nel primo tempo, dialoga con Corradi
facendosi notare anche in avanti.

Delvecchio 6,5: non è ancora lo stesso Delvecchio che,
ad inizio campionato dominava in ogni zona del campo,
coprendo quelli che poi sarebbero divenuti i più gravi
punti deboli della squadra. Comunque è apparso in
crescita.

Franchi 6: azzecca un gol importantissimo allo
scadere, ma in diverse situazioni non è apparso
impeccabile.

Pedotti 6: Mastronunzio è un brutto cliente da tenere
d’occhio e gli rende la vita difficile in più di una
occasione. Commette un paio di indecisioni che
avrebbero potuto costare molto care alla squadra.
Guadagna la sufficienza, grazie al cross che permette
al compagno di reparto di segnare un gol,
fondamentale per il proseguo di questo campionato.

Teodorani 6,5: non sbaglia un movimento tattico per
tutto il tempo in cui rimane sul terreno di gioco, ma
difficilmente riesce a crossare in mezzo. Deve cercare
essere più incisivo.

Napolioni 6,5: azzecca la rasoiata che porta la Samb in
vantaggio e fa un gran lavoro d interdizione a
centrocampo. Si esalta nei derby, quando il livello
agonistico raggiunge i massimi livelli.

Turchi 6: sa di giocarsi una importante chanche e si
impegna con generosità su tutto il fronte d’attacco.
Manca però di incisività e tocca la sfera sempre una
volta di troppo quando dovrebbe portarsi al tiro.

Fanesi 6,5: gioca, come al solito, una grande partita da
centoavanti arretrato, ma senza qualcuno a fianco che
provi a finalizzare, spesso si trova spiazzato.

Corradi 7: migliore di tutti e 22 i giocatori in campo nel
primo tempo, cala nella ripresa. Abbiamo notato
quanto sia importante per lui “azzeccare? le prime
giocate, per permettergli di esprimersi ai livelli di cui è
capace.

Kanjengele 6: subentra al posto di Turchi per dare
maggiore profondità alla manovra. Fa anche molta
confusione, ma senza dubbio ha caratteristiche
tecniche che potranno tornare utili nelle prossime gare.
Non c’è piaciuto il suo atteggiamento nel dopogara.

Zacchei s.v.

De Amicis s.v.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 117 volte, 1 oggi)