Mancano 5 partite al termine del campionato e la Samb si ritrova a dover disputare 5 finali come abbiamo scritto in settimana. I tifosi rossoblù storicamente sono abituati a compiere dei miracoli nelle ultime giornate.
Le salvezze conquistate in serie B con entusiasmanti vittorie esterne come quelle di Marassi contro il Genoa, oppure a Bari contro i galletti che allora avevano tra le loro file Cowans e Rideaut .
Siamo abituati a questi exploit, anche lo scorso anno il finale è stato determinante per la vittoria del campionato. La tradizione e l’esperienza dell’ambiente potranno aiutare questa squadra a conquistare i punti necessari per centrare i play off.
Poi si vedrà.
In questo momento siamo leggermente svantaggiati rispetto al Crotone che viene da un periodo positivo ed ha tanto entusiasmo soprattutto per il fatto di aver raggiunto la Samb dopo una lunga rincorsa.
Sulla carta abbiamo tutti avversari alla nostra portata, mentre il Crotone dovrà vedersela con il Teramo e con l’Avellino, anche se all’ultima giornata.
Per arrivare ai play off sono necessari almeno 53 – 54 punti, alla Samb ne mancherebbero ancora 8 da conquistare nei restanti 5 incontri. Iniziare la volata con una vittoria esterna darebbe morale a tutto l’ambiente ma soprattutto alla squadra.
La Fermana non può certo stare a guardare. Un’eventuale sconfitta comporterebbe un aggravarsi della posizione in classifica che già è precaria. Non sarà facile per gli uomini di Colantuono, ma la Samb vista ad Avellino fa ben sperare.
La capolista Avellino fa visita al Teramo in uno scontro che potrebbe portare a delle sorprese in classifica. Infatti se il Teramo dovesse vincere l’Avellino vedrebbe avvicinarsi il Martina o il Pescara. In caso di una sconfitta del Teramo invece potrebbe accadere che la Samb ne trarrebbe vantaggio, avvicinandosi alla squadra Abruzzese.
Un incontro che può essere aperto a tutti i risultati, con i padroni di casa leggermente favoriti.
Il Martina gioca a Paternò. Anche per i pugliesi una vittoria è fondamentale per tentare di recuperare punti sull’Avellino.
I pugliesi hanno sulla carta il calendario più facile, più abbordabile e proprio per questo una vittoria sarebbe importantissima.
Il Paternò a quota 28 per raggiungere la quota salvezza ( 39-40 punti ) dovrà conquistare 12 punti nelle restanti 5 partite. Quasi impossibile, Martina favorito.
Il Pescara gioca a Taranto. I pugliesi stanno attraversando un buon periodo e per il Pescara non sarà una passeggiata, anche se gli stimoli sono diversi, dal momento che il Taranto a quota 38 non ha problemi di salvezza e nemmeno ambizioni di entrare nella zona play-off anche se c’è un precedente nel campionato 98-99 quando il Savoia ottenne la promozione dopo i play-off.
Alla 29° giornata occupava la nona posizione in classifica con 39 punti.
Iaconi non può sbagliare. In settimana Giampaolo è stato a letto per una fastidiosa influenza, ma dovrebbe farcela a scendere in campo allo “Jacovone?.
Ed infine veniamo al Crotone. La squadra Calabrese, da quando è rientrato Auteri non ha sbagliato un colpo. L’occasione che ha davanti è ghiotta. Il Giulianova in discesa libera non dovrebbe impensierire il crotone, anche se a volte la determinazione di conquistare la salvezza dà una carica particolare.
Il Giulianova ha preparato l’incontro in ritiro a Bisceglie e il capitano Maiuri in settimana ha dichiarato di essere convinto di fare risultato a Crotone. Favoriti naturalmente i padroni di casa.
Concludiamo augurando alla Samb un grosso in bocca al lupo.
g.a.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 90 volte, 1 oggi)