Con una semplice cerimonia, in programma domenica 13 aprile (domenica delle Palme), alle 12,15, subito dopo la celebrazione della Messa sul sagrato della prospiciente chiesta del Cristo Re, sarà inaugurata dal sindaco Domenico Martinelli la restaurata Piazza del Redentore.

Allieterà la cerimonia il concerto bandistico “Città di San Benedetto del Tronto”.
Si tratta di un’opera da anni promessa agli abitanti di Porto d’Ascoli che l’Amministrazione comunale insediatasi nel 2001 ha realizzato in tempi rapidi (meno di sei mesi), dotando la popolosa zona della città di un punto di ritrovo e di riposo libero dalle auto, prima protagoniste di quello spazio. Nel contempo, però, non sono stati sacrificati i posteggi per le macchine: diverse aree di sosta sono state infatti ricavati ai margini dell’area.

I lavori sono stati eseguiti dalla ditta General costruzioni di Montorio al Vomano sotto la direzione dei tecnici comunali, arch. Davarpanah Farnush e geom. Sandro Palestini. La nuova pavimentazione della piazza è in porfido intervallato da fasce di cubetti di granito rosa e marmo “Trani” bianco. Il tutto disposto in modo da creare un disegno ad onda con i colori bianco e rosa dei cubetti e definito ai margini con il travertino. Tutto il verde è stato mantenuto e sono state installate griglie in ghisa a protezione delle basi delle piante.

Con l’occasione sono state anche realizzate nuove linee di fognatura per acque piovane, che dovranno raccogliere tutta l’acqua della piazza e convogliarla nella rete di via D. Chiesa, e le canalizzazioni per l’impianto di illuminazione. Le panchine scelte sono le stesse che arredano alcune aree urbane delle maggiori città europee e rendono sicuramente più gradevole ed accogliente la nuova piazza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 273 volte, 1 oggi)