La fervida fantasia dell’inventore sambenedettese Gabriele Cruciani, sembra davvero non avere limiti. Dopo il pallone elettronico , e la porta con i sensori ai pali, per evitare i gol fantasma,dalla mente di questo tenace personaggio, arriva un ulteriore novità: la panchina elettronica.
Quest’ultima, è stata presentata nella giornata di martedì, in una conferenza stampa, tenutasi nella Sala Giunta del Comune di San Benedetto.
La funzione preminente di questa innovazione, è, afferma Cruciani, quella di sostituire i movimenti del guardalinee e del quarto uomo durante le sostituzioni, evitando il fastidioso scambio di foglietti, che avviene ogni volta che una squadra va ad effettuare un cambio. Inoltre, i tabelloni elettronici, non sarebbero più maneggiati manualmente dal quarto uomo stesso, ma verrebbero collocati sopra la panchina, rendendo così, il tutto, più visibile anche al pubblico sugli spalti. Gli stessi tabelloni elettronici ora in vendita, non cadrebbero in disuso, ma verrebbero riutilizzati attaverso una fattiva collaborazione con l’azienda produttrice.

Il progetto è stato presentato alla Fifa il 10 ottobre del 2002, alla presenza del presidente della federazione calcistica internazionale Joseph Blatter. Si sta cercando ora, di posizionare il prodotto ad alcune federazioni internazionali, con l’intento di provarne le caratteristiche e di testarne l’effettiva utilità ai fini pratici.
Il tutto, è realizzato, dall’azienda “Strike” di Caserta, che ha fortemente creduto nell’idea dell’ingegnoso marchigiano, e si è messa al lavoro, fornendo i componenti necessari alla realizzazione di un primo prototipo di panchina elettronica.
Il costo,secondo Cruciani, si aggira intorno ai 4.000-5.000 euro, una spesa, a suo dire, modesta, se confrontata con i vantaggi che deriverebbero dall’utilizzo della stessa.
L’1 e 2 giugno 2003, durante il terzo meeting degli inventori europei che si terrà al Palacongressi di San Benedetto del Tronto, la panchina elettronica sarà ufficialmente presentata. (la partecipazione alla manifestazione è libera,chi volesse farlo, può contattare gli organizzatori alla seguente e.mail: inventorieuropei.sbt@libero.it).
Ma, di certo, Cruciani non sembra disposto a fermarsi qui. Allo stesso congesso, sarà presentato il cosiddetto “campo di calcio elettronico”, incluso anche un anche un orologio, che verrebbe fornito all’arbitro, capace di segnalare in tempo reale, il passaggio del pallone oltre la linea di porta, realizzato da un azienda di Fabriano.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 624 volte, 1 oggi)