Il 12 gennaio del 1975 la Sambenedettese, al primo anno di serie B durante la gestione di Marino Bergamasco, centrò uno storico risultato contro il Genoa: vinse 3 a 2 ed espugnò lo stadio di Marassi. A quell’evento (fu una delle prime telecronache trasmesse dalla Telecavo, la prima emittente privata italiana) sono legati i più bei ricordi, di tifoso prima e di giornalista poi, di Remo Croci. Croci, oggi inviato del TG 5, ha voluto fare un libro dal titolo appunto “I corsari di Marassi – dal trionfo di Cremona all’esodo di Parma”. Il volume parte da quella “storica” giornata per le fortune della Samb per ampliarsi ad una rivisitazione di quasi 50 anni di storia rossoblù.

La giornata, presentata da Barbara Capponi, vedrà sfilare coloro che hanno fatto grande la Samb in tanti anni di militanza nel professionismo nazionale. Ci saranno molti giocatori di quella squadra di Genova, a cominciare dal portiere Silvano Martina (oggi affermato procuratore di grandi calciatori) e da Mauro Agretti, a cui verrà consegnata una medaglia d’oro per aver giocato oltre 100 partite con la Samb e rimediando così ad una “dimenticanza” di quasi 30 anni fa. Saranno proiettati alcuni filmati tratti dall’archivio dell’Istituto “Luce” riguardanti la prima promozione della Samb in B degli anni ’50 e altri riguardanti l’ultima promozione in C con la trasferta di massa di 7000 tifosi a Parma del giugno 2002.

All’ingresso dell’Auditorium verrà allestita, con la collaborazione del negozio Best, una piccola mostra di “cimeli”: scarpe, magliette e palloni di varie epoche della società rossoblù mentre saranno esposti preziosi album di foto ed articoli raccolti in tanti anni dal “supertifoso” Lallo Merlini e messi a disposizione dal figlio Giuseppe.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 172 volte, 1 oggi)