Per ben due volte si sono registrati pericolosi incendi
nelle corsie dell’A14 adriatica della nostra zona. Il
primo ha visto coinvolto un tir, fortunamente senza
merce a
bordo, che si è bruciato mentre era in sosta in una
piazzola di sosta a poche centinaia di metri dal casello
autostradale di Porto D’Ascoli. Il conducente, resosi
conto di avere qualche problema meccanico
all’automezzo, si è fermato a controllare la situazione
appena a 50 metri da una galleria.

Pochi attimi dopo è divampato l’incendio che ha
distrutto l’autoarticolato. Davvero una coincidenza
fortunata,
se si considera l’eventualità delle fiamme che
sarebbero potute scoppiare nella galleria limitrofa, e
che avrebbero potuto portare ad una tragedia.
Fortunatamente, tutto è andato per il verso giusto, con
l’intervento dei Vigili del Fuoco, che hanno prontamente
chiuso al traffico il tratto di strada interessato, spento il
rogo, e riaperto l’autostrada verso le ore 18.

Precedentemente, in mattinata, si era registrata un
altra situazione simile all’altezza del casello di Pedaso,
dove un automobile condotta da due cittadini russi, si
era incendiata dopo aver urtato il gard-rail.
I due occupanti del mezzo, hanno appena fatto in
tempo ad uscire prima che la loro auto finisse, di li a
poco,
per diventare un inferno di fuoco. Il tutto si è risolto in
breve con l’intervento della Polizia Autostradale,
e dei pompieri, pronti anche qui, ad evitare guai
peggiori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 142 volte, 1 oggi)