Oggi la Samb ha ripreso ad allenarsi al Riviera delle Palme. I giocatori rossoblù hanno curato particolarmente il fondo, effettuando una lunga serie di giri di campo ad andatura sostenuta. Assente Kanjengele per infortunio, in mezzo al campo s’è rivisto Antonio Criniti, il fantasista che, riacquistato a gennaio, non è mai sceso in campo per un infiammazione muscolare.

Criniti ha corso lentamente, ma in base al programma di recupero si aggregherà al resto del gruppo, in maniera definitiva e completa, a partire da martedì prossimo. Contro la Fermana dovrebbe sedere in panchina, pronto a disputare l’ultimo scorcio di partita. Criniti può essere un calciatore fondamentale, anche a corto di condizione, nei minuti finali: sa dribblare l’uomo, è naturalmente portato agli assist vincenti (aspetto carente in questa Samb), e, aspetto non secondario, sa calciare punizioni e calci d’angolo come pochi giocatori nel girone.

Durante l’allenamento, Colantuono ha curato molto l’aspetto psicologico dei calciatori, trattenendosi a parlare per lungo tempo con diversi di loro. Contro la Fermana la Samb dovrà ripetere una partita simile a quella giocata ad Avellino per intensità agonistica e concentrazione: tuttavia c’è da aspettarsi qualche cambiamento in attacco a causa della squalifica di Soncin, che sarà rimpiazzato da Kanjengele o Turchi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 107 volte, 1 oggi)