Oggi e domani, una delegazione, composta da una decina di persone è in visita nelle Marche per conoscere la realtà economica e valutare ipotesi di collaborazione: sono amministratori, rappresentanti dell’imprenditoria e della Camera di Commercio, docenti universitari e consulenti aziendali.
La delegazione è stata ricevuta dal vice-presidente Gian Mario Spacca che, dopo aver ricordato le numerose iniziative, che vedono la Regione collaborare con alcune Repubbliche russe, ha sottolineato l’importanza delle relazioni, non solo per le Marche, ma per il nostro Paese con la Repubblica russa. Kaliningrad è sulle rive del Mar Baltico e la sua frontiera terrestre confina solo con la Lituania e la Polonia.
E’ per questo che il nostro Ministero degli Esteri – ha ricordato Spacca – vi ha dedicato un Progetto specifico, chiedendo la collaborazione delle Regioni italiane. Soprattutto, una volta che Lituania e Polonia saranno entrate nell’Unione Europea, si creeranno una molteplicità di problemi. Kaliningrad si troverà, dal punto di vista territoriale, all’interno dell’Unione Europea e isolata dal resto della Russia. La stessa Commissione europea ha evidenziato che occorrerà consentire un collegamento facile con la madrepatria e, contemporaneamente, affrontare il differenziale di sviluppo con i Paesi vicini. Importanti i risvolti economici perchè Kaliningrad diventerà la “porta? di accesso alla Federazione russa e sarà in collegamento con una serie di infrastrutture previste dall’Unione Europea.
In questo contesto, prende forma il Progetto italiano, che si pone l’obiettivo di assistere Kaliningrad nello sviluppo delle piccole e medie imprese, con corsi di formazione, conferenze e stages nel nostro Paese, ma anche per far conoscere ai nostri territori le potenzialità della regione russa. Lavorazione di mobili, televisori (1/3 dei televisori russi vengono da questa regione), metalmeccanica (in particolare per nota industria automobilistica), sono le principali realtà economiche.
La riunione di questa mattina ha infatti assunto un aspetto seminariale, con la partecipazione di dirigenti di alcuni Servizi della Regione (sviluppo economico, turismo, ambiente) con i quali c’è stata l’opportunità di approfondire tematiche settoriali: tutela delle coste, risorse ittiche, valorizzazione turistico-ambientale.
Nel pomeriggio la delegazione sarà all’Ente Parco del Conero. Mentre la giornata di domani sarà dedicata alla realtà pesarese. Sono previsti incontri all’associazione degli industriali, allo Sportello unico per le imprese del Comune e al Consorzio per il mobile COSMOB. Mercoledì e giovedì, invece, visiterà l’Emilia Romagna, l’altra Regione che è oggetto di interesse in questa primo incontro con la realtà italiana. (e.r.)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 224 volte, 1 oggi)